CGIL
CGIL

Pensioni: Ghiselli (CGIL), incontro utile ma interlocutorio

Manifestazione nazionale pensionati
Foto: Simona Caleo/Cgil
  • a
  • a
  • a


Roma, 12 gennaio - “Un incontro utile anche se interlocutorio. E’ importante che il governo abbia confermato l’intenzione di confrontarsi con l’obiettivo di arrivare ad una riforma previdenziale che dia stabilità al sistema e che cambi l’attuale impianto, nell’ambito di un percorso che conferma l’approdo ad un sistema contributivo”. Così il segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli.

“Altrettanto importante - prosegue Il dirigente sindacale - è che tutti i punti della nostra piattaforma saranno oggetto del confronto, anche se siamo consapevoli che esistono delle distanze, come già è emerso rispetto al tema del ricalcolo contributivo”.“

Abbiamo condiviso l’esigenza di completare il confronto in tempi utili rispetto alla definizione del prossimo Def - aggiunge Ghiselli - e i primi incrontri, che avranno come argomenti il tema giovani e donne, flessibilità e previdenza complementare, si terranno nei prossimi giorni, a partire dal 20 gennaio”.

“Ovviamente per noi quello che conta - conclude il segretario confederale della Cgil - sarà il merito delle proposte del governo e a quel punto potremo dare un giudizio e valutare le nostre scelte”.

→ Podcast e approfondimento su Collettiva.it

Leggi anche

Il confronto

Pensioni, aperto il cantiere

Al via una serie ravvicinata di tavoli tecnici per parlare di giovani, donne, flessibilità in uscita e previdenza complementare. Si parte il 20 gennaio con prima verifica il 7 febbraio. Ghiselli (Cgil): “Incontro utile anche se interlocutorio”