CGIL
CGIL

Giuseppe Di Vittorio, il valore del lavoro. Maurizio Landini rende omaggio al padre del sindacato italiano nel 65esimo anniversario della sua scomparsa

Giuseppe Di Vittorio, 1957-2007
  • a
  • a
  • a

Giovedì 3 novembre giornata di iniziative promossa dalla Cgil e dal Comitato Anime Resistenti sulle orme di Di Vittorio per attualizzare il suo pensiero a partire dal valore del lavoro e della dignità dei lavoratori.


Giuseppe Di Vittorio, il valore del lavoro è il titolo scelto dalla Cgil e dal comitato Anime Resistenti per celebrare il 3 novembre a Cerignola, sua città natale, il 65esimo anniversario della scomparsa del padre del sindacato italiano, del quale nel 2022 ricorrono anche i 130 anni dalla nascita e i 100 anni dalla difesa dall’assalto dei fascisti della Camera del Lavoro di Bari capeggiata da bracciante autodidatta che arrivò a guidare la Federazione Sindacale Mondiale.
Una giornata densa di iniziative quella del 3 novembre che vedrà la presenza del segretario generale della Cgil, Maurizio Landini.

“Ricordare Di Vittorio, per la Cgil, non è mai mero esercizio retorico – spiega il segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo - rappresenta l’occasione per una riflessione collettiva che spinge ad attualizzare il suo pensiero, che nonostante tempi distanti è stato capace di grandi intuizioni ancora valide, circa orizzonti culturali e valoriali. Significa in buona sostanza discutere della condizione del lavoro, e del ruolo fondamentale che svolge il sindacato per il miglioramento delle condizioni di vita dei lavoratori e dei cittadini tutti”.

Si inizia alle ore 10 presso Masseria Cirillo, in agro di Orta Nova, per la deposizione di una corona di fiori alla stele che ricorda il primo luogo di lavoro di Giuseppe Di Vittorio. Nell’occasione vi sarà la lettura di alcuni brani tratti da discorsi del sindacalista, partigiano e costituente.

Una corona di fiori sarà deposta anche a Cerignola, alle ore 11.30, al murale che rende omaggio a Di Vittorio e donato alla città nel 1975, opera del direttore del Centro di Arte Pubblica Popolare di Fiano Romano, Ettore De Conciliis, recentemente ristrutturato e posizionato in Piazza della Libertà.

Alle ore 12 Maurizio Landini incontrerà gli studenti del Liceo Artistico “Sacro Cuore” di Cerignola, impegnati assieme alla dirigenza e docenti in uno studio sulla vita di Di Vittorio e impegnati nella realizzazione di opere artistiche ispirate alla sua vita e al tema del “valore del lavoro”.

Alle 15 il segretario generale della Cgil farà visita alla Camera del Lavoro – Casa del Popolo Giuseppe Di Vittorio di Cerignola, dove incontrerà iscritti e militanti, con il saluto ufficiale del coordinatore Gianni Marinaro.

Alle ore 16 iniziativa pubblica presso il Teatro Mercadante, dove dopo i saluti del sindaco di Cerignola, Francesco Bonito, e del segretario generale della Camera del Lavoro di Foggia, Maurizio Carmeno, una riflessione a più voci introdotta dal segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo. Interverranno il segretario generale dello Spi Cgil, Ivan Pedretti; il presidente della Fondazione Di Vittorio, Fulvio Fammoni; la presidente del Consiglio regionale della Puglia, Loredana Capone; la docente di Diritto del Lavoro, Stella Laforgia; la studentessa e coordinatrice di Link Foggia, Francesca Stella. Nel corso dell’iniziativa vi saranno letture sceniche dei discorsi di Di Vittorio e la premiazione delle opere realizzate dagli studenti del Liceo Artistico “Sacro Cuore”. L’evento, ad accesso libero fino a riempimento dei posti del teatro, sarà concluso dal segretario generale della Cgil, Maurizio Landini.

→ Per rivedere la diretta clicca qui