CGIL
CGIL

Landini: dal governo risposte insufficienti, bene il nuovo metodo di confronto

Foto: Marco Merlini
  • a
  • a
  • a


Dichiarazioni di Maurizio Landini al termine dell'incontro a Palazzo Chigi tra governo e CGIL, CISL, UIL 

Podcast e approfondimenti su Collettiva.it

Sul Def, il Documento di economia e finanza, il Segretario generale della CGIL ha dichiarato: "Nel merito non abbiamo avuto le risposte che ci aspettavamo. C'è una proposta del governo di proseguire il confronto e farlo diventare strutturale. È un fatto positivo, cosa produrrà quel confronto lo vedremo. Per noi vale il merito" - ed ha poi aggiunto - "Il governo ha proposto di convocare un tavolo dopo Pasqua da allargare anche all'associazione delle imprese per affrontare i problemi aperti, compreso il tema delle pensioni"

CGIL, CISL e UIL ritengono "insufficienti" i cinque miliardi di euro previsti dal Def per aiutare famiglie e imprese. La CGIL ha proposto di "introdurre un contributo di solidarietà su chi ha redditi e patrimoni alti. Un prelievo dell'1% per i patrimoni sopra 1.2mln" per far fronte all'emergenza sociale.

Al tavolo con il governo, ha infine riferito Maurizio Landini "abbiamo detto che non è questo il momento per aumentare le spese per armi ma oggi è il momento di aumentare le spese per la tutela sociale e il rilancio degli investimenti del nostro Paese"

Incontro a Palazzo Chigi con il presidente del Consiglio Mario Draghi