CGIL
CGIL

Davide Dormino

  • a
  • a
  • a


Davide Dormino (Udine, 1973)

La sua ricerca si esprime principalmente attraverso la scultura e il disegno. Cerca nuove forme attraverso una ricerca continua sulle possibilità liriche e plastiche di materiali come il marmo, il bronzo e il ferro.Nei suoi lavori di arte pubblica troviamo una ricerca di monumentalità e di presa di possesso dello spazio; in ogni suo lavoro, inoltre, compare una ricerca di senso attraverso il riferimento a tematiche imprescindibili per l’Uomo.Dialoga con la dimensione, operando su ogni tipo di scala e di dimensione per rendere l’opera in grado di rappresentare l’idea. Per Dormino ogni manifestazione artistica diviene terreno fertile attraverso cui relazionarsi con l’ambiente esterno in modo esclusivo e incisivo. Opere piccole e grandi, materiali trasformati e adattati alla volontà di interpretare lo spirito d’artista senza tempo.

Ha realizzato opere d’Arte Pubblica in Italia e all’estero, nel 2011 “Breath” il Monumento ad Haiti realizzato ad un anno dalla catastrofe del terremoto, per incarico delle Nazione Unite. “Anything to say?” una scultura itinerante dedicata al coraggio e alla libertà d’informazione che ha iniziato il suo percorso da Berlino (Alexanderplatz) il 1° Maggio del 2015 successivamente l’opera è stata spostata a Dresda (Theatrerplatz, Ostrale), Ginevra (Place des Nations), Parigi (Place Georges Pompidou), Strasburgo (Place Klèber), Tours (Gare de Tours), Perugia (Piazza IV Novembre), Belgrado (Dev9t Festival), Ptuj-Slovenia (Art Stay Festival), Roma (p.le Aldo Moro). Per quest’opera ha ricevuto dall”organizzazione francese AntiCor il Prix éthique 2016.

Ha partecipato alla Biennale della Pietra in Portogallo (2003, 2005) alla 5a edizione de La Escultura en Norte in Spagna (2009)alla XIV Biennale d’Arte Sacra (2010)Un’Ita-Italian Artists in New York (2011)ad Ostrale 012 a Dresda in Germania (2012)Ha esposto al C.I.A.C di Genazzano, Roma (2008), all’accademia dello Scompiglio, Lucca (2010), alla Venaria di Torino (2013), al Castello di Rivara (2013) al MAXXI (2016).Ha tenuto mostre personali a Roma, Torino, Milano.Lavora a Roma e insegna Scultura e Disegno alla R.U.F.A. Rome University of Fine Arts.

"La Scultura è la mia pratica. Ho sempre lavorato sull’idea di creare strutture, di sostegno, ideali, fisiche o immaginarie per l’intimo bisogno di dare una rappresentazione materica alla resistenza, al carico, cercando, in ogni mio lavoro di conferire leggerezza alla lotta contro ogni forma di peso."

www.davidedormino.com

www.anythingtosay.com

davidedormino@gmail.com

+39.338.4623213


Il 23 maggio 2019, dalle finestre del palazzo di Corso d’Italia 25, sede nazionale della Confederazione, sono stati srotolati 14 striscioni realizzati da 6 diversi artisti. I temi: accoglienza, solidarietà, integrazione, legalità, democrazia, libertà, cultura, Europa. Il titolo dell’iniziativa: “Cgil, è il momento di esporsi”

#Restiamo umani, 2019, acrilico su tela, ca 290×150 cm