CGIL
CGIL

Newsletter Formazione Sindacale - 6 dicembre 2021

  • a
  • a
  • a

7 dicembre. Diventare Leader: il futuro delle donne in CGIL

Continua in webinar il corso per le giovani donne della CGIL. Giovanna Badalassi: Differenziali retributivi e politiche attive del lavoro. Miria Saviolli: Bilanci di genere. Sulla FAD troverete le registrazioni e le slide dell'ultima giornata. Cinzia Maiolini: Sindacare l'algoritmo. Il ruolo del sindacato nella rivoluzione tecnologica e Simona Marchi: Competenza e Genere. Una relazione aperta.

13 dicembre: Corso Marco Polo: Egemonia e conflitti nello spazio-mondo contemporaneo

Il terzo appuntamento con Bruno Cartosio: Americanismo. Parabola e contraddizioni della supremazia statunitense (locandina)

Nota di Monica Ceremigna sul corso di formazione in presenza “Marco Polo” del 30/11 e 1/12/2021

Hanno partecipato 26 compagni con provenienze, competenze e conoscenze piuttosto differenti: categorie, territori, Cae, centro confederale. Al termine delle due giornate formative, i partecipanti sono stati invitati a dare una valutazione a caldo di quanto sviluppato. Ci riserviamo di effettuarne una più dettagliata attraverso un modulo online a breve. Il programma è stato ritenuto denso di argomenti ed impegnativo nei tempi, le sessioni sono state attivamente seguite e partecipate. C’è un desiderio diffuso di conoscere, approfondire ed essere costantemente informati sui temi internazionali ed europei che costituiscono spesso ed erroneamente un capitolo laterale rispetto alle questioni nazionali sia nelle categorie che nei territori presenti. Per diversi compagni le varie presentazioni e contributi hanno aperto prospettive inedite o poco conosciute, stimolato scambi di esperienze e richieste di supplemento formativo. Viene richiesto un maggior investimento sulla formazione continua strutturata e una grande attenzione al territorio come ambito di raccolta di istanze per la condivisione con i livelli superiori. Provare a progettare insieme, fare rete, costruire relazioni, scambiare pratiche ed esperienze sono punti comuni e sollecitati da molti tra i partecipanti, facendo attenzione a sburocratizzare i processi e accelerare le dinamiche decisionali. Comunicare meglio, in modo più capillare e diffuso e non univoco può portare a una rafforzata confederalità, necessaria al coordinamento delle azioni e delle politiche transnazionali. Tutti hanno apprezzato la grande competenza e professionalità dei relatori intervenuti e dei formatori presenti, sottolineando la compattezza e la collaborazione percepita all’interno del gruppo di lavoro sulle politiche europee e internazionali. Quest’ultimo elemento è utile, a mio parere, per farci continuare su questa strada e motivare azioni simili nel prossimo futuro.

Genova: Corso sul Tesseramento

Si svolgerà il 14 e 15 dicembre il corso in presenza per delegati e operatori delle tutele individuale.