Omofobia: Cgil, difendere diritti esistenti e conquistarne nuovi

Gallittu: “dai prossimi giorni la Cgil in piazza per l’Onda Pride”


Roma, 17 maggio – “Dinanzi ai continui attacchi, che si sono susseguiti negli ultimi dodici mesi, nei confronti dei diritti delle persone e delle famiglie gay, lesbiche, trans e dei loro figli, la giornata mondiale contro l’omotransfobia quest’anno assume un valore in più”. È quanto dichiara Sandro Gallittu, responsabile ufficio Nuovi diritti della Cgil nazionale, a 29 anni dalla cancellazione, da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dell’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali, e a 50 anni dai moti di Stonewall che diedero il via al movimento LGBTI+ e alla battaglia per i loro diritti.

“Nel clima di intolleranza che si è generato nel nostro Paese diventa indispensabile scendere in piazza per difendere i diritti esistenti e per conquistarne nuovi. L’occasione – conclude Gallittu – sarà anche l’Onda Pride che già dai prossimi giorni attraverserà l’Italia con numerose iniziative e manifestazioni, sostenute sempre dalla Cgil”.