CGIL
CGIL

CGIL e CGIL Firenze su appalti GKN e reindustrializzazione

Foto: Cgil Firenze
  • a
  • a
  • a

"Sulle possibili manifestazioni di interesse che sarebbero state raccolte dall’Advisor di GKN, come CGIL Nazionale e CGIL di Firenze ribadiamo la necessità di trasparenza e di confronto nei modi e nei luoghi opportuni, senza ricatti e giochi delle tre carte". Così in una nota congiunta Silvia Spera Area Politiche industriali CGIL Nazionale ed Elena Aiazzi Segreteria CGIL Firenze.

"Riteniamo che qualsiasi piano di reindustrializzazione - spiegano le sindacaliste - dovrà essere serio, concreto, credibile e legato allo sviluppo sostenibile del territorio. dovrà garantire soluzioni per tutte le lavoratrici ed i lavoratori compresi i dipendenti degli appalti e dei servizi legati al sito produttivo. Ricordiamo pertanto a GKN ed a tutte le Istituzioni - proseguono Spera e Aiazzi -, compreso quelle del territorio che si erano spese in tal senso, che le proposte avanzate dovranno dare risposte e futuro a tutti i lavoratori che operano nel sito".

"Reiteriamo a maggior ragione la richiesta urgente di ripresa dell’attività produttiva. Solo così - concludono - riteniamo si possa rendere giustizia e salvaguardare il peso produttivo e la condizione occupazionale di un intero territorio".