CGIL
CGIL

PA: CGIL, Brunetta dovrebbe ringraziare e non screditare lavoratori in smart working

  • a
  • a
  • a

Roma, 3 febbraio - “Il Ministro Brunetta continua a puntare il dito contro i dipendenti della pubblica amministrazione. Le sue dichiarazioni indignano e screditano il lavoro di tutti coloro che, in questi mesi di emergenza sanitaria, proprio grazie al lavoro agile e affrontando le difficoltà legate alla infrastrutturazione digitale, sono riusciti a garantire la continuità dei servizi, preservando al contempo la salute dei cittadini e dei lavoratori. A loro andrebbe detto grazie”. Così la segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti replica alle affermazioni di questa mattina del Ministro per la Pubblica Amministrazione.

“Crediamo - aggiunge la dirigente sindacale - che si debba scommettere sullo smart working, investire in questa nuova forma di organizzazione del lavoro anche attraverso i rinnovi dei contratti”. “L’innovazione della PA, a cui il Ministro dice giustamente di tenere, non si raggiunge attraverso il controllo o il lavoro solo in presenza, ma - conclude Scacchetti - valorizzando le professionalità e responsabilizzando così lavoratrici e lavoratori nelle proprie attività”.