Smaltimento rifiuti: Cgil, fatti Toscana vergognosi

“Indagini facciano chiarezza e Sistri sia operativo”


Roma, 15 dicembre – “È grave e vergognoso che la qualità dell’ambiente e la salute dei cittadini, soprattutto quella dei bambini, vengano sacrificate in nome di profitti illeciti”. Così, in una nota congiunta, la Cgil Nazionale e la Cgil Toscana in merito allo smaltimento abusivo di 200mila tonnellate di materiali nocivi in due discariche della provincia di Livorno.

“Un fatto preoccupante – prosegue il sindacato – che vede partecipe del malaffare anche la pubblica amministrazione, che dovrebbe invece garantire il controllo della tracciabilità dei rifiuti speciali, dalla produzione allo smaltimento”.

“Chiediamo che le indagini facciano chiarezza e che venga fatta giustizia. Inoltre – concludono Cgil nazionale e Cgil Toscana – il Sistri, Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, istituito dal Ministero dell’Ambiente, sia operativo a tutti gli effetti”.