Sisma: Cgil, Cisl, Uil e Confindustria, in fase di realizzazione i 104 progetti destinati ai 63 comuni del cratere


La Confindustria e le Segreterie Generali di Cgil, Cisl, Uil, hanno dato vita al “Comitato Sisma Centro Italia” che è stata una risposta immediata e pragmatica per trasformare in aiuto concreto i 6,9 milioni di € che sono stati donati dai Lavoratori e dalle Imprese in favore delle popolazioni delle Regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo, colpite dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016.

Attraverso un Avviso di Finanziamento pubblicato nel dicembre del 2017 Confindustria e le Segreterie Generali di Cgil, Cisl, Uil non hanno portato soluzioni proprie, ma stimolato e agevolato la capacità di resilienza che ogni popolazione deve avere scegliendo autonomamente quali sono i propri bisogni e con quali autonome risposte la comunità vuole reagire alle conseguenze del sisma.

Abbiamo ricevuto 354 progetti e previa selezione ne abbiamo approvati 104 in 63 Comuni del Cratere: 11 nel Lazio, 16 in Umbria, 61 nelle Marche, 16 in Abruzzo, tutti in fase di realizzazione dall’aprile 2018.

Dei 26 progetti in realizzazione per il Lotto IMP “Rilancio dell’impresa e dell’occupazione” (4,2 mil €), 13 operano nella produzione e trasformazione della filiera agro – alimentare, 2 nel settore del Turismo, 4 nel tessile – calzaturiero, 6 nei settori dell’elettromeccanica ed edilizia, 1 nella formazione professionale e welfare sociale. L’investimento in corso punta su settori innovativi e attrattivi, attraverso forniture di beni e macchinari hi-tech per creare nuove opportunità di mercato (e-commerce, grande distribuzione, diversificazione, certificazione) di formazione e specializzazione professionale dei lavoratori, l’inserimento lavorativo dei giovani, la valorizzazione delle tipicità ed eccellenze settoriali legate al mondo della manifattura, dei servizi, dell’agro-alimentare (lenticchie, norcineria, caseifici, tartufi, castagne, vino, olio) del turismo e dell’ambiente, dell’indotto creato dal tessuto delle imprese e delle PMI che è l’unico che potrà garantire un futuro per la rinascita del territorio colpito dagli eventi sismici.

Sono 78 i progetti del Lotto QIP “Servizi per il miglioramento della qualità della vita e lotta all’abbandono dei Territori” (2,7 mil €) che stanno realizzando i Comuni, le Associazioni, gli Enti Pubblici in favore delle comunità residenti: 8 programmi per attività di promozione turistica, ambientale, percorsi natura e sport, 20 progetti per la fornitura di beni e servizi destinati a centri per attività sociali, di assistenza, di aggregazione, 4 centri polivalenti arredati per servizi comunali di protezione civile, eventi, sagre, manifestazioni, 7 centri culturali, artistici, ricreativi, 1 mensa per i poveri, 5 arredi per cucine professionali di asili e scuole, 10 progetti di inserimento lavorativo, formazione professionale, rilancio occupazionale, inserimento personale svantaggiato, 22 pulmini, furgoni, ambulanze, auto, veicoli speciali per garantire la mobilità sociale e il trasporto di malati, anziani, disabili, alunni.

All’Università di Camerino finanziamo un nuovo laboratorio per le indagini tipiche della chimica analitica e dell’analisi chimico-fisica, che risponde alle esigenze di ricerca e innovazione proveniente dalle Imprese del territorio, alla formazione e specializzazione delle loro Risorse Umane e degli studenti.

Tutti i 104 progetti in corso di realizzazione sono costantemente monitorati in loco, verificati, ottimizzati per garantire impatto, risultato, efficienza, efficacia in applicazione delle procedure adottate dal Comitato Sisma Centro Italia, che consentono l’erogazione di finanziamenti previa verifica sullo stato di avanzamento dei lavori e dello speso.
A conclusione del primo anno di attività dei tre previsti dal programma abbiamo anticipato ai progetti 5,2 M€: le Imprese hanno ricevuto e impregnato l’83% dei fondi a loro destinati e i progetti QIP il 61%. Otto Comuni hanno già concluso le attività previste e sono state verificate, approvate, saldate dal Comitato Sisma Centro Italia.

In questo primo anno Confindustria e le Segreterie Generali di Cgil, Cisl, Uil, hanno contribuito nei 104 progetti in corso a consolidare l’occupazione di 1.644 lavoratori e creato 372 nuovi posti di lavoro: prosegue il nostro impegno per incrementarli ulteriormente.

Trovate le schede aggiornate di ogni progetto, con lo stato di avanzamento delle attività, dello speso, foto, video, documenti, comunicati stampa nel sito: www.comitatosismacentroitalia.org

Confindustria e le Segreterie Generali di CGIL, CISL, UIL sono intervenute a supporto delle popolazioni vittime di calamità naturali dopo lo Tsunami in Sri Lanka, il terremoto in Haiti e Nepal, il Sisma aquilano del 2009. In 15 anni abbiamo destinato risorse provenienti dalla solidarietà dei Lavoratori e delle Imprese a 200 progetti, rispondendo alle proposte di resilienza delle comunità e creando più di 2.000 nuovi posti di lavoro.