Sisma Centro Italia: I lavoratori dei servizi pubblici donano 153mila euro per comuni terremotati

Da Confservizi, Cgil, Cisl, Uil, la raccolta dei contributi volontari confluiti nei fondi ANCI


Roma 17 maggio 2018 – Vanno da un nuovo scuolabus a una nuova piscina, e sono alcuni tra i progetti cofinanziati nell’ambito della piattaforma “Anci Crowd – Sisma Centro Italia i Comuni per i Comuni”, la Campagna di solidarietà avviata dall’Associazione nazionale dei Comuni italiani per sostenere i territori colpiti dalla sequenza di scosse iniziata con il terremoto del 24 agosto 2016.

A questa iniziativa Confservizi, Cgil, Cisl e Uil – grazie alla sigla di documento d’intesa – contribuiscono con un importo di oltre 150 mila euro (153.128 euro) raccolto grazie a contributi volontari dei lavoratori e del sistema economico e produttivo in favore delle popolazioni colpite dal sisma.

Delle proposte dei Comuni, presenti sulla piattaforma di Crowd Funding ‘www.eppela.com’, sono 18 ad aver raggiunto l’obiettivo del 50% di finanziamento. Grazie ora al contributo anche di Confservizi, Cgil, Cisl e Uil, l’Anci potrà mettere a disposizione 700.000 euro.

Tra i progetti cofinanziati, quello del Comune di Muccia (Mc) “Sogniamo un nuovo scuolabus”, quello del Comune di Cingoli (Mc) “Un mezzo per ripartire”, quello del Comune di Montelparo (Fm) “Acquisto automezzo per anziani e disabili”; e ancora “La piscina nel cratere” per riabilitazione disabili, del Comune di Montedinove (AP), “Uno scuolabus per Belmonte Piceno” del Comune di Belmonte Piceno (FM) e “Dai un passaggio a Borbona” del Comune di Borbona (Ri).

L’Anci relazionerà a Confservizi, Cgil, Cisl e Uil lo stato di avanzamento dei progetti, e informerà i Comuni coinvolti sull’impegno sostenuto dalle aziende e dai lavoratori.