Scuola: Cgil, obbligo a 18 anni scelta positiva


Roma, 23 agosto – “Innalzare l’obbligo scolastico a 18 anni e riordinare i cicli scolastici sono proposte che la Cgil rivendica da tempo, ma mai comparse nei programmi del Governo. Ci auguriamo diventino quindi un punto concreto del programma politico”. Così il segretario confederale della Cgil Giuseppe Massafra commenta le parole del ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli.

Per il dirigente sindacale “se l’intenzione dichiarata dal ministro sarà confermata e diverrà tema di ampio confronto con la società civile e il mondo della scuola, saremo di fronte a una vera e propria svolta positiva per un sistema educativo capace di fronteggiare – conclude – le sfide poste dalla società della conoscenza e dell’innovazione continua”.