Salute: Cgil, Cisl, Uil, avviare confronto per attuazione Patto


Roma, 6 dicembre – “Il Patto per la Salute deve essere uno strumento finalizzato a ristabilire il rispetto del diritto alla salute e alle cure dei cittadini, su tutto il territorio nazionale, come previsto dalla Costituzione”. Così in una nota Cgil, Cisl e Uil a seguito dell’incontro con il Ministro della Salute Roberto Speranza.

Per le tre Confederazione “è importante il finanziamento pluriennale, così come previsto nella legge di Bilancio”, anche se “resta, tuttavia, sottodimensionato il Fabbisogno Sanitario Nazionale, va quindi progressivamente adeguato”. “Un segnale positivo è rappresentato – proseguono Cgil, Cisl e Uil – dal finanziamento aggiuntivo dedicato finalmente all’abolizione del superticket”.

Per il cosiddetto ‘Cantiere di attuazione del Patto’, Cgil, Cisl e Uil propongono alcuni temi che chiedono di “affrontare nel corso di specifici tavoli aperti anche alla partecipazione dei sindacati”. Tra le questioni poste dalle organizzazioni sindacali: i LEA; le assunzioni; lo sviluppo delle reti socio-sanitarie integrate territoriali; la non autosufficienza; la prevenzione e promozione della salute. Ulteriori argomenti di confronto dovranno essere: il piano di investimenti per l’edilizia, l’ammodernamento tecnologico e l’HTA; la ricerca; la partecipazione dei cittadini.

“Oltre alla stipula del Patto per la Salute dovrà essere assicurato quindi un confronto sulle assunzioni e sul rafforzamento delle relazioni sindacali partecipative volte ad evitare improprie invasioni di campo sulla materia contrattuale. Vanno individuati sia a livello nazionale, con un preciso impegno del Ministro della Salute e, auspicabilmente, della Conferenza delle Regioni, sia a livello territoriale, appositi luoghi e modalità di confronto permanente e di partecipazione democratica, in cui – concludono Cgil, Cisl e Uil – si possa esercitare, accanto a quella doverosa delle Istituzioni, la responsabilità dei cittadini e delle forze sociali di rappresentanza”.

Leggi la nota unitaria: ‘Valutazione sul nuovo Patto per la Salute’, clicca qui