Riders: Cgil, Cisl, Uil, avviato confronto con Catalfo, estendere tutele e diritti contrattuali


Roma, 3 agosto – “Si è svolto quest’oggi, alla presenza del Ministro Nunzia Catalfo il primo incontro tra Piattaforme del Food Delivery e Cgil, Cisl, Uil, Rider per i Diritti e Union. Organizzazioni sindacali e associazioni di rappresentanza hanno chiesto l’estensione di tutele e diritti contrattuali ad una platea di lavoratori che si sono rivelati essenziali durante i mesi del lockdown e che ancora oggi non vedono un reale concreto e riconoscimento professionale”. È quanto fanno sapere le segretarie confederali di Cgil e Uil Tania Scacchetti e Tiziana Bocchi, e il segretario aggiunto Cisl Luigi Sbarra.

“Retribuzione oraria, orario minimo garantito, diritti sindacali, ferie, tutela della malattia: queste – sottolineano i tre dirigenti sindacali – alcune delle rivendicazioni che abbiamo posto al tavolo istituzionale promosso dal ministero del lavoro per dare piena attuazione alle legge 128/19. Assodelivery si è resa disponibile al confronto di merito nel solco di quanto previsto dalla normativa”.

Per Scacchetti, Sbarra, Bocchi “si è trattato di un passaggio prevedibilmente interlocutorio che però avvia un percorso che pur partendo da posizioni ancora differenti auspichiamo possa produrre risultati positivi per queste lavoratrici e lavoratori”.

“Il confronto a settembre ripartirà, come richiesto dalle organizzazioni sindacali, da un primo incontro di carattere informativo sullo stato del settore, sulle sue prospettive produttive ed occupazionali. Poi si proseguirà con incontri su singoli aspetti normativi e economici”, concludono Scacchetti, Sbarra, Bocchi.