Regeni: Cgil, oggi in piazza per chiedere verità


“Rinnoviamo il nostro impegno affinché sia fatta verità e vengano puniti i colpevoli per la morte di Giulio, Regeni”. È quanto si legge in una nota della Cgil in cui si annuncia l’adesione e la partecipazione alla manifestazione nazionale “365 giorni senza Giulio” promossa da Amnesty International, che si terrà a Roma e in altre città italiane nella giornata di oggi, 25 gennaio.

Per la Cgil, quanto successo un anno fa nel centro del Cairo è “un delitto disumano, inspiegabile ed inaccettabile in un sistema democratico, proprio invece di un regime che reprime e fa uso di violenza, come oramai comprovato dalle denunce internazionali delle associazioni dei diritti umani. Sono quasi mille i casi di sequestri e denunce di tortura, decine di migliaia le persone detenute per motivi politici”.

Per questo “di fronte ai continui depistaggi, agli ostacoli e ai ritardi della giustizia egiziana, la Cgil rinnova il suo impegno affinché sia fatta verità sulla morte di Giulio, aderendo e partecipando alle manifestazioni  promosse da Amnesty International che si svolgeranno quest’oggi in tutta Italia”.


CONTINUA A LEGGERE