Recovery Fund: Cgil, Governo convochi sindacati per discutere priorità


Roma, 9 settembre –  “Le risorse europee dovranno essere concentrate su pochi obiettivi strategici per non perdere la grande occasione di ricostruire il futuro del Paese e per evitare inutili frammentazioni”. Ad affermarlo, in una nota, la Cgil Nazionale.

“Sanità, istruzione e formazione, lavoro sostenibile, riconversione ecologica e decarbonizzazione, infrastrutture e digitalizzazione. Per noi – prosegue la Confederazione – sono queste le cinque priorità sulle quali indirizzare le risorse del Recovery Fund. Giovani e donne, divari territoriali e crisi industriali devono poter rappresentare target trasversali a tutti gli interventi”.
 
“Ci viene offerta una grande opportunità che l’Italia e l’Europa non possono sprecare. Al Governo chiediamo quindi – conclude la Cgil – di aprire immediatamente il confronto con le organizzazioni sindacali”.
 
– Scarica la scheda sintetica delle priorità per la Cgil di utilizzo del Recovery Fund