Povertà: otto proposte dell’Alleanza al Governo su Reddito di Cittadinanza e Rem


Roma, 12 ottobre – Otto proposte al Governo per ridisegnare il Reddito di cittadinanza in maniera più equa, inclusiva e attenta alle nuove emergenze sociali nate con la pandemia. Le presenta l’Alleanza contro la Povertà in Italia, di cui la Cgil fa parte. L’obiettivo, come spiega l’Alleanza nel comunicato stampa che si invia in allegato, è “il rafforzamento del RdC con la possibilità di accedere anche per coloro che hanno ricevuto il reddito di emergenza: misura necessaria per rispondere alle sempre maggiori richieste di aiuto”.

Incrementare il sostegno economico per le famiglie in povertà con figli; ampliare la platea dei beneficiari includendo gli stranieri residenti da due anni; allentare temporaneamente i requisiti per far accedere chi è recentemente caduto in condizione di povertà e ha usufruito del Rem; agevolare l’utilizzo dell’Isee corrente; confermare la consistenza del Fondo Povertà e rafforzare i servizi sociali consentendo le assunzioni del personale necessario; reintrodurre l’analisi preliminare da parte del Segretariato Sociale sui bisogni dei nuclei. Queste, in sintesi, le otto richieste indirizzate all’Esecutivo.

In allegato il comunicato stampa congiunto e il documento integrale.

Download the PDF file .