Pensioni: Cgil, infondate previsioni Fmi, necessario superamento legge Fornero


Roma, 20 marzo – “Il sistema previdenziale italiano è in equilibrio oggi e in prospettiva, e, al netto delle imposte e degli altri elementi impropriamente computati come spesa previdenziale, determina ogni anno degli avanzi di gestione. Questo vale in particolare per il Fondo pensione lavoratori dipendenti. Pertanto le previsioni del Fmi sono del tutto infondate ed è sospetta la tempistica con cui sono state diffuse”. Così il segretario confederale della Cgil Roberto Ghiselli commenta il Working Paper del Fondo Monetario Internazionale reso noto ieri.

“Il vero intervento da operare sull’attuale sistema previdenziale – sostiene il dirigente sindacale – è quello di superare strutturalmente l’impianto della legge Monti Fornero, introducendo i necessari elementi di sostenibilità sociale, in particolare nei confronti dei giovani, delle donne e di chi svolge i lavori manuali e gravosi”.

“Un percorso avviato con gli interventi parziali decisi in questi anni – sottolinea Ghiselli – che va ora completato sulla base delle proposte indicate nella piattaforma elaborata da Cgil, Cisl e Uil. Questa – conclude – sarà la prima importante sfida per il nuovo Parlamento e il nuovo Governo”.