P.A: Cgil, spaccato drammatico. Investire su personale, formazione, nuove tecnologie


Roma, 6 luglio – “Uno spaccato drammatico della pubblica amministrazione è stato rappresentato quest’oggi dal rapporto illustrato in occasione del Forum Pa, in particolare sul piano degli organici. La riduzione di personale, registrata in questi anni, sta avendo un impatto radicale sia sulla garanzia dei servizi fondamentali, sia sui carichi di lavoro”. È quanto dichiara la segretaria nazionale della Cgil Tania Scacchetti.

“Per invertire questa preoccupante tendenza e ridare slancio al sistema delle pubbliche amministrazioni, che possono e devono essere leva per la crescita del Paese, serve – afferma la dirigente sindacale – un piano straordinario di assunzioni”. “Un piano che – spiega Scacchetti – deve essere accompagnato da investimenti concreti sulle nuove tecnologie, sulla formazione e più in generale sul personale. Un piano – prosegue – che guardi alla sburocratizzazione e ai possibili risparmi, ma soprattutto all’innovazione e all’adeguamento dei servizi che il sistema pubblico garantisce a fronte dei nuovi bisogni della popolazione e dei cambiamenti sociali ed  economici della società tutta”.

“Per questo – conclude Scacchetti – è imprescindibile ridare ruolo e slancio alla contrattazione collettiva, strumento essenziale per coinvolgere le lavoratrici e i lavoratori e renderli  protagonisti di un cambiamento non più rinviabile, così come dimostrato chiaramente dall’emergenza che abbiamo vissuto”.