P.A.: Cgil, in milleproroghe superare limiti su formazione e prorogare requisiti per stabilizzazione precari


Roma, 28 gennaio – “Lavoratori sempre più precari e con meno occasioni di formazione: una gravissima tendenza che si registra tra i dipendenti della pubblica amministrazione, un settore che dovrebbe essere uno dei grandi motori della crescita di qualità del Paese”. È quanto dichiara la segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti in merito all’Annual Report 2019 di Fpa.

Per la dirigente sindacale, i servizi pubblici “hanno bisogno di  personale stabile e qualificato”, per questo “vanno sfruttate al meglio le tante risorse già previste per la formazione, che non vengono utilizzate a causa di vincoli che da tempo chiediamo di superare”. “Ora – aggiunge Scacchetti –  il Ministro della PA, in occasione della conversione in legge del decreto milleproroghe, potrà finalmente concretizzare uno degli impegni su cui si è spesa più volte e mettere mano ai limiti oggi imposti alla spesa per la formazione, nonché prorogare i requisiti utili alla stabilizzazione dei precari”.

In conclusione la segretaria confederale ricorda i tre temi che per la Cgil devono essere affrontati dal Governo: “Un Piano straordinario per l’occupazione che non si limiti a coprire il turn over, formazione e riconoscimento delle competenze, e adeguate risorse per il rinnovo dei contratti”.