Omofobia: CGIL, discussione alla Camera produca legge utile e positiva


“Auspichiamo che la discussione sulla legge contro l’omofobia e la transfobia apporti al testo uscito dalla commissione le modifiche necessarie a produrre una legge utile e positiva”. E’ quanto afferma la Segretaria Confederale della CGIL, Vera Lamonica, mentre è in corso in aula alla Camera la discussione sulle norme di contrasto all’omofobia e alla transfobia.
 
“L’esigenza di provvedimenti legislativi di esplicita condanna dei comportamenti gravemente lesivi della dignità delle persone omosessuali e transessuali – prosegue la dirigente sindacale – deriva anche dal moltiplicarsi di aggressioni fisiche e verbali in tutti gli ambiti della quotidianità, compreso il mondo del lavoro e della scuola”.
 
“Certo, per sconfiggere violenza, ignoranza e pregiudizio, una legge non basta”: aggiunge Lamonica, “tuttavia la discussione parlamentare ha il merito di proporre un tema importante su diritti e libertà personali che, contrariamente ad altri paesi europei, in Italia sono abbondantemente trascurati”.
 
“La legge Mancino – conclude la segretaria della CGIL – contrasta i crimini di odio, l’incitamento all’odio ed alla discriminazione e prevede un’aggravante che sanziona comportamenti violenti contro alcune categorie di cittadini. È in vigore da venti anni e finora non è mai stata considerata un ostacolo alla libera espressione delle idee”.