Operai agricoli e florovivaisti: raggiunta intesa per il rinnovo del contratto

25/05/2010

Dopo cinque mesi di trattative le Organizzazioni sindacali di FAI CISL, FLAI CGIL, UILA UIL e quelle delle imprese CIA, Confagricoltura e Coldiretti hanno raggiunto l’intesa per il rinnovo del CCNL degli operai agricoli e florovivaisti, scaduto lo scorso 31 dicembre e che riguarda circa un milione di lavoratori.

ll Contratto avrà una durata quadriennale e prevede un aumento salariale del 4,1%. Gli aumenti saranno divisi in due tranches, la prima del 2,5% a decorrere dall’1.5.2010 e la seconda dell’1,6% dall’1.1.2011. L’intesa conferma, inoltre, i due livelli della contrattazione, nazionale e provinciale, ed introduce per la prima volta quella di settore; stabilisce il riordino e la razionalizzazione degli enti bilaterali presenti nel settore attraverso la creazione dell’Ente agricolo nazionale; regolamenta il sistema degli appalti vincolando le aziende appaltatrici al rispetto dei requisiti previsti dalla normativa vigente in materia e facilita lo sviluppo delle pari opportunità attraverso una maggiore attenzione all’attribuzione delle qualifiche e delle mansioni e la rimozione degli ostacoli che non hanno finora consentito una reale parità tra uomo e donna.

“Abbiamo affrontato questo rinnovo in un contesto economico di settore molto complicato e in grande difficoltà”, ha dichiarato il Segretario Generale della FLAI CGIL Stefania Crogi, “ma nonostante questo siamo riusciti a portare a casa un Contratto di qualità che migliora sensibilmente le condizioni economiche e normative dei lavoratori”. “L’intesa raggiunta - ha continuato Crogi - rappresenta un ulteriore passo in avanti nelle relazioni sindacali nel settore agro-alimentare e testimonia l’alto senso di responsabilità delle parti nei confronti dello sviluppo e della tutela del lavoro agricolo”.


- Verbale di accordo

 





«dicembre 2014»
»lumamegivesado
>24252627282930
>1234567
>891011121314
>15161718192021
>22232425262728
>2930311234
News

© CGIL 2013 | Credits | Privacy