Mafia: il 4 giugno a Corleone si conclude la Carovana Antimafie


Come già annunciato in occasione della partenza della carovana antimafie, il 4 giugno a Corleone si svolgerà la tappa conclusiva. Abbiamo immaginato insieme agli altri partner (Libera, Arci, Avviso Pubblico, CGIL, CISL, UIL) di organizzare un evento significativo, che oltre a riassumere i contenuti e l’esperienza della carovana, sia l’occasione per rilanciare i contenuti del nostro impegno sulla legalità.
Questo evento si colloca, fra l’altro, in un momento particolarmente delicato, dove da una parte l’attività di repressione condotta dalla magistratura e dalle forze dell’ordine sta conseguendo importanti risultati e dall’altra l’azione del governo è tesa, invece, a realizzare un processo di ulteriore deregolamentazione (come l’introduzione della norma che concede la possibilità di non effettuare le gare per appalti fino a un milione di euro o come la decisione di ridurre l’attività di controllo nei confronti delle imprese).
Tutto ciò avviene, fra l’altro, di fronte ai dati inquietanti denunciati recentemente dal Presidente della commissione bicamerale antimafia, Pisanu, secondo i quali la presenza mafiosa  si sta diffondendo nelle istituzioni, così come su tutto il territorio nazionale sista diffondendo l’attività affaristica ed economica della criminalità organizzata . Prova di tutto ciò è l’aumento esponenziale del numero di beni immobili e di aziende sequestrate che, a differenza del periodo precedente, riguarda in maniera consistente anche le regioni del centro nord. Questi pochi e concisi riferimenti danno all’appuntamento del 4 giugno a Corleone un significato molto forte.