Lingua italiana. Crisi della comunicazione linguistica: una sfida democratica

Il documento della Fondazione Di Vittorio e dell’Associazione Proteo Fare Sapere
Primi firmatari Susanna Camusso e Luigi Berlinguer.


Roma, 9 giugno – “Lingua italiana. Crisi della comunicazione linguistica: una sfida democratica”. E’ questo il titolo di un documento lanciato oggi dalla Fondazione Di Vittorio e dall’Associazione Proteo Fare Sapere, da tempo impegnate assieme per ridare attualità alla lingua italiana, per favorire una discussione su questi temi, 42 anni dopo la pubblicazione delle “Tesi per una linguistica democratica” di Tullio di Mauro. Primi firmatari del documento il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, e l’ex ministro della Pubblica istruzione, Luigi Berlinguer.

“In Italia – afferma Fulvio Fammoni, presidente della Fondazione Di Vittorio – dobbiamo ancora affrontare e risolvere un grande problema quantitativo di dispersione scolastica ma contemporaneamente l’acquisizione di una solida e permanente formazione di competenze per tutti”.

“La comunicazione linguistica – aggiunge Fammoni – rappresenta dunque una vera e propria sfida democratica del nostro futuro, sia riflettendo sulla condizione dei nostri giovani, che sui nuovi contesti comunicativi del web, oppure sulla crescente difficoltà ad esprimersi con il linguaggio verbale e scritto. Le barriere comunicative sono causa di persone più sole e più individualiste, producono l’allentamento dei legami sociali ed espongono maggiormente a pregiudizi e chiusure. Questa preoccupazione deve portare ad un urgente salto di qualità evitando che ancora una volta siano le persone più deboli a ritrovarsi senza neppure le parole per affermare i propri diritti”.

“Il documento – conclude il presidente della Fondazione Di Vittorio – rappresenta un primo passo. Intendiamo, infatti, approfondire questi diversi e complessi aspetti promuovendo un percorso di iniziative da realizzare nei prossimi mesi, aperto a contributi esterni e al confronto con le diverse voci del mondo e della cultura per quel cambio di passo nelle politiche generali e di settore, di cui avvertiamo urgente necessità”.

– Il documento: Lingua italiana. Crisi della comunicazione linguistica: una sfida democratica