Legalità: Silvestri (Cgil), grave votazione su modifica reato voto di scambio, ddl torni in Commissione


Roma, 23 ottobre – “Oggi in tutta fretta e senza che la Commissione giustizia abbia fatto alcuna audizione, viene portato in votazione al Senato un provvedimento che modifica l’articolo 416-ter del codice penale sul reato di voto di scambio. Un intervento che rende di fatto impossibile dimostrare che chi accetta la promessa dei voti abbia la consapevolezza di avere a che fare con un condannato per associazione di tipo mafioso. Leggerezza o volontà?”. È quanto dichiara il responsabile Legalità e Sicurezza della Cgil nazionale, Luciano Silvestri.

“Un caposaldo di legalità rischia di venir meno e di riaprire l’impunità per chi esercita la deprecabile azione di scambio elettorale. Pensiamo – prosegue il dirigente sindacale – che si debba riparare ad un simile errore, bloccando i lavori e il voto previsto e ritornando in Commissione per riaprire un confronto con quanti nella società civile e fra gli addetti ai lavori possono dare un contributo di merito”.

“Il Parlamento – conclude Silvestri – non si isoli e ascolti, coinvolgendo per affermare principi e contenuti di legalità”.