Lavoro: Cgil, raccolta firme per ‘Carta dei diritti’ e Referendum al rush finale


Domani e dopodomani centinaia le iniziative in tutta Italia. Camusso a Terni dalle ore 16
Le iniziative dell’11 e del 12 giugno.
Scopri dove poter firmare


Roma, 10 giugno – Si intensificano le iniziative della Cgil per la raccolta di firme per la proposta di legge di iniziativa popolare sulla ‘Carta dei diritti universali del lavoro’ e i tre quesiti referendari per la cancellazione del lavoro accessorio (voucher); la reintroduzione della piena responsabilità solidale in tema di appalti; e una nuova tutela reintegratoria nel posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo per tutte le aziende al disopra dei cinque dipendenti.

Tante le iniziative che domani e dopodomani accompagneranno la raccolta delle firme. Dal nord al sud della Paese le piazze saranno animate da eventi, spettacoli, concerti e dibattiti. Banchetti, gazebo e punti d’informazione saranno allestiti nelle piazze di tutta la penisola.

Il segretario generale, Susanna Camusso, sarà domani a Terni, in piazza della Repubblica, a partire dalle ore 16, per un’iniziativa in occasione dei 115 anni della Fiom Cgil, dove naturalmente saranno allestiti banchetti per la raccolta delle firme. A Milano, in piazza San Babila, per tutto il weekend la raccolta firme sarà animata da musica e disegni di alcuni vignettisti. A Roma domani sarà possibile firmare anche nei banchetti della Cgil allestiti in Piazza della Repubblica e al Colosseo in occasione del Gay Pride.

Con lo slogan ‘E’ tua firmala!‘, la Cgil ha lanciato la #SfidaXiDiritti lo scorso 9 aprile, chiamando tutti i cittadini a sostenere con la propria firma la proposta di legge di iniziativa popolare sulla “Carta dei diritti” e i tre referendum che la sostengono.

Al rush finale, dunque, la raccolta delle firme per i quesiti referendari su voucher, appalti e licenziamenti. Proseguirà, invece, fino alla fine di settembre la raccolta delle firme a sostegno della Carta.

Per ulteriori informazioni sulla ‘Carta’ www.cartacgil.it

Download the PDF file .