Lavoro: Cgil, contrattualizzare i 600 lavoratori Anpal

Domani ore 14.30 sciopero e manifestazione davanti alla sede in via Fosnovo 8, a Roma


Roma, 16 ottobre – “Seicento lavoratori di Anpal, a causa dell’inspiegabile ritardo nell’iter di avvio della nuova programmazione e contrattualizzazione, attendono da luglio di tornare a lavoro. Per questo, domani, in occasione dello sciopero, saremo al loro fianco”. È quanto si legge in una nota della Cgil Nazionale alla vigilia della mobilitazione dei lavoratori dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro, che incroceranno le braccia e manifesteranno a partire dalle ore 14.30 davanti alla sede nazionale in via Fornovo 8, a Roma.

“Basta con i rimbalzi delle responsabilità e con l’alibi di percorsi burocratici e oscuri riferimenti normativi”, prosegue la Confederazione. “Contrattualizzare subito i circa seicento operatori già selezionati da Anpal Servizi, e dare operatività alla delibera del cda dell’Agenzia, da cui sono passati più di tre mesi”.

La Cgil spiega in conclusione che “tali ritardi, oltre a far sì che l’azienda sia bloccata e non produttiva, determinano lo stallo delle trattative per il rinnovo contrattuale, dei percorsi di stabilizzazione e dei diversi accordi sindacali”.