Istat: Cgil, occupazione donne non in agenda Governo


“I numeri dimostrano che il tema non rientra tra le priorità dell’agenda politica del Governo”: è il commento di Loredana Taddei, responsabile Politiche di genere della Cgil nazionale, ai dati Istat sul calo dell’occupazione femminile.

“La disparità di condizioni tra uomini e donne nell’accesso al lavoro – argomenta Taddei – non solo è un affronto a uno dei principi fondamentali della nostra Costituzione, ma è la negazione del diritto di cittadinanza delle donne. Il trend decrescente del nostro Paese in materia di disoccupazione femminile è ulteriormente confermato dai dati Istat usciti oggi, che dimostrano il persistere di pregiudizi nei confronti del lavoro delle donne”.

“Stiamo assistendo a una regressione rispetto alla disoccupazione, oltre che a nuove forme di segregazione del lavoro femminile, che aumentano costantemente la distanza che continua a separarci dagli Stati Uniti e dal resto d’Europa, con l’effetto di impoverire l’intero Paese” conclude.