Infrastrutture: Landini, c’è impegno e accelerazione investimenti


“Un incontro positivo perchè c’è un impegno e un’accelerazione degli investimenti, in particolare nel Mezzogiorno e nei comuni minori” così il segretario generale della Cgil Maurizio Landini al termine del tavolo di oggi (4 febbraio) al ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

“Abbiamo indicato la necessità di un coordinamento dei vari ministeri – ha aggiunto Landini – . Si è definita una cabina di regia e quindi una serie di ulteriori incontri finalizzati a risolvere problemi e nei prossimi giorni dovrebbe esserci un memorandum che riepiloga le discussioni che abbiamo avuto perchè il tema – spiega – non sono solo i cantieri edili, ma anche il sistema aeroportuale, dei porti, quello ferroviario e della logistica. Dentro a questo quadro si determineranno anche degli incontri specifici”.

Sugli appalti, ha proseguito il leader della Cgil “c’è il tema delle clausole sociali. Nel cambio di appalti e nell’accelerazione c’è un tema di qualità degli appalti”.

“Consideriamo questo incontro importante – ha insistito Landini- , ma adesso serve un monitoraggio e un coordinamento delle attività. In alcuni casi è necessario che ci sia un’idea di sistema tra i vari ministeri coinvolti e in questo sarà necessario ritornare su alcuni temi a Palazzo Chigi affinchè lì si svolga una cabina di regia che coordini le attività. Il rilancio degli investimenti è decisivo e oggi stiamo parlando non di nuovi investimenti, ma di sbloccare quelli che sono già attivati ma non spesi” ha concluso il dirigente sindacale.

Incontro sindacati Mit su rilancio infrastrutture