Industria 4.0: Cgil, lunedì e martedì convegno internazionale a Torino

Appuntamento presso l’Environment Park, Auditorium Kyoto, via Livorno 60, Torino. Conclude Susanna Camusso


Roma, 21 ottobre – Lavoro, codeterminazione, competitività, libertà e conoscenza: domande, suggestioni, riflessioni e proposte per la quarta rivoluzione industriale. Sono questi i contenuti del convegno internazionale ‘4.0 (R)Evolution Road’ organizzato da Cgil Nazionale, Fondazione Friedrich Ebert e Cgil Piemonte che si terrà lunedì 24 e martedì 25 ottobre a Torino, presso l’Environment Park, Auditorium Kyoto, via Livorno 60.

Le due giornate di dibattito, che vedranno la partecipazione di personalità svedesi, tedesche, francesi, concludono un primo ciclo di iniziative su Industria 4.0, e intendono approfondire il tema della cosiddetta quarta rivoluzione industriale che, mentre negli altri paesi europei è già oggetto di confronto tra le parti sociali, in Italia risulta essere ancora sotto traccia.

Internet, economia collaborativa, di condivisione, Big Data, reti, industria intelligente, robots, stampa 3D: le nuove tecnologie digitali all’interno della fabbrica avranno in primo luogo un impatto significativo sui processi produttivi, ma più in generale sull’intera filiera produttiva. Per questo la Cgil vuole ragionare su quali potranno essere gli effetti e le ripercussioni sul mondo del lavoro così come l’abbiamo conosciuto fino ad oggi.

“Governare questa transizione – sostiene la Cgil – significherà ridurre le probabilità che la digitalizzazione del mercato produca nuove disuguaglianze sociali, discriminando i lavoratori in essere da quelli che verranno, concentrando il potere nelle mani di pochi proprietari di piattaforme che avranno a disposizione informazioni, dati, tecnologie e profitti con impatti occupazionali pari a zero”.

Nel corso del convegno la Cgil si confronterà con imprese, università, istituzioni: dal Rettore del Politecnico di Torino Marco Gilli a Diego Ciulli, Policy Manager di Google Italia; da Armin Schild, AD della Rete tedesca per il Futuro dell’industria, ad Andrea Bianchi, Direttore Politiche Industriali Confindustria; da Dominique Boucher, Delegato Generale Ipse, al Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino. Nella giornata conclusiva interverrà il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso.

Programma