Il 7 marzo Meridiana al MiSE, salta incontro Alcoa


Lunedì 7 marzo al ministero dello Sviluppo Economico è convocato il tavolo per la vertenza Meridiana e i lavoratori della compagnia aerea terranno un presidio davanti al dicastero di via Molise, a Roma.

Nell’ultimo round del 23 febbraio scorso le parti si sono date un mese di tempo per trovare un accordo che permetta la concretizzazione della partnership tra la compagnia aerea italiana e Qatar Airways.
Sul tavolo le ricadute occupazionali dell’operazione e le misure di sostegno al reddito: il piano industriale presentato da Meridiana prevede 900 esuberi, ma l’azienda ha dichiarato che se si riuscisse a chiudere con gli arabi questi potrebbero essere ridotti “in modo significativo”.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI “DIARIO MERIDIANA” sul sito della Filt Cgil

Non è stato confermato invece l’incontro sulla vertenza Alcoa. Le parti si erano sedute attorno al tavolo del dicastero lo scorso 16 febbraio e si erano date appuntamento al 7 marzo per il confronto decisivo, ma la convocazione non è arrivata. Ad oggi la svizzera Glencore, soggetto più accreditato per rilevare lo stabilimento di alluminio primario del Sulcis Iglesiente, non ha fatto chiarezza sulle proprie intenzioni, nonostante la dead line fissata per fine febbraio. Il nodo da sciogliere resta quello del costo dell’energia e si teme che le nuove tariffe prospettate dal governo possano non bastare ai vertici oltralpe.
Resta in bilico il futuro di oltre 400 famiglie e del polo industriale di Portovesme.

LEGGI l’articolo di Rassegna sindacale  Alcoa, ecco perché gli svizzeri non hanno più alibi
VEDI Alcoa: ennesimo rinvio, incontro interlocutorio