I relatori – Le Giornate del lavoro 2018


A

Stefano Allievi – Sociologo. Dal 1998 lavora presso l’Università degli Studi di Padova, dove è attualmente professore associato di Sociologia. Specializzato nello studio dei fenomeni migratori, in sociologia delle religioni e in studi sul mutamento culturale e politico in Europa – con particolare attenzione al pluralismo culturale e religioso, e in specifico alla presenza dell’Islam – è autore di oltre un centinaio di pubblicazioni in vari Paesi e di numerosi articoli e interviste su temi di attualità. Suoi testi sono stati tradotti in varie lingue europee, in arabo e in turco. All’attività accademica affianca quella di editorialista e commentatore politico.

B

Nino Baseotto – Segretario confederale della Cgil. Inizia a collaborare con la Cgil milanese nel 1976, in qualità di segretario cittadino della Lega per i diritti e la liberazione dei popoli (già Tribunale Russell). Nel 1989 diventa segretario generale della Filcams di Milano e Lombardia. Nel 1996 viene eletto nella segreteria della Camera del lavoro metropolitana di Milano, con l’incarico di responsabile dell’organizzazione. A ottobre del 1997 è eletto segretario generale della Camera del lavoro Ticino Olona. Nel 2000 viene chiamato a far parte della segreteria confederale della Cgil Lombardia, con l’incarico di responsabile per le politiche organizzative. Nel 2008 diventa segretario generale della Cgil Lombardia. Nel 2014 viene eletto nella segreteria nazionale della Cgil con delega alle politiche organizzative.

Teresa Bellanova – Senatrice del Partito democratico nell’attuale legislatura, ha fatto parte anche di quella precedente come deputata alla Camera. Inizia a lavorare a 15 anni nei campi, per poi diventare giovane sindacalista della Federbraccianti nelle province di Bari e Lecce, particolarmente attiva nel contrasto al caporalato. Nell’88 è segretaria provinciale della Flai di Lecce, per diventare nel ’96 segretaria generale della Filtea della stessa provincia. Nel 2000 entra nella segreteria nazionale della stessa federazione dei tessili Cgil. Nel 2014 è nominata sottosegretario al Lavoro nel governo Renzi e, due anni più tardi, diventa viceministro allo Sviluppo economico, incarico che manterrà nel governo Gentiloni.

Laura Berlinguer – Giornalista politica del Tgcom24, il quotidiano di news di Mediaset, dove si occupa dei temi principali del dibattito politico e sociale nel Paese.

Vincenzo Boccia – Imprenditore e attuale presidente di Confindustria dal 2016. Laureato in Economia e commercio, è amministratore delegato di Arti grafiche Boccia, azienda fondata dal padre Orazio. Già vicepresidente nazionale dei Giovani imprenditori nel 2000, è stato responsabile regionale per la Campania della Piccola industria nel 2003 e poi vicepresidente nazionale nel 2005.

Paolo Borrometi – Giornalista e scrittore, inizia l’attività nel 2010 per Il Giornale di Sicilia. Poi collabora con l’Agi e fonda la testata online La Spia (www.laspia.it). A seguito delle sue inchieste è stato più volte minacciato dalla criminalità organizzata e costretto a vivere sotto scorta. Dal 2017 è presidente di Articolo 21. Fa parte gruppo stampa della Fondazione Caponnetto e della consulta della Legalità della Cgil nazionale. Giornalista di TV2000.

Alberto Brambilla – Presidente del Centro studi e ricerche itinerari previdenziali. Laureato in Scienze politiche all’Università statale di Milano. Esperto di politiche del lavoro e previdenza sociale, già sottosegretario del ministero del Lavoro con delega alla previdenza nei governi Berlusconi II ° e III°, nonché presidente del nucleo di valutazione della spesa pensionistica dello stesso dicastero nel Berlusconi IV°. Autore di numerose pubblicazioni sulla previdenza.

Massimo Bray – Editore, è stato ministro del Mibaact sotto il governo Letta nel 2013. Laureato in Lettere e filosofia all’Università di Firenze nell’84, nel 1991 entra all’Istituto dell’Enciclopedia italiana come redattore responsabile della sezione di storia moderna, diventandone nel ’94 direttore editoriale. Nel 2015 è nominato direttore generale della Treccani. Ha diretto la rivista Italianieuropei ed è stato presidente della Fondazione Notte della Taranta, che organizza un importante festival di musica popolare. È autore di un blog nell’edizione italiana dell’Huffington Post.

C

Mimmo Calopresti – Inizia a muovere i primi passi nel mondo del cinema all’Aamod (Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico), per cui realizza nel 1985 “A proposito di sbavature”, video che vince il Festival del cinema giovani di Torino. Il suo esordio cinematografico avviene dieci anni dopo, con “La seconda volta”. Nel ’98 esce “La parola amore esiste”, premiato col Nastro d’Argento. Nel 2000 realizza “Preferisco il rumore del mare”. È autore di documentari sul mondo operaio.

Susanna Camusso – Segretario generale della Cgil. Incontra il sindacato durante le battaglie per il diritto allo studio e lerivendicazioni delle 150 ore. Nel 1975 conquista il ruolo di coordinatrice per Milano delle politiche per la formazione della Flm e due anni dopo entra nella Fiom del capoluogo lombardo. Comincia la sua attività nella zona Solari-Giambellino, prima, e alla Bovisa centro direzionale subito dopo, dove segue, tra le altre cose, le relazioni sindacali nel Gruppo Ansaldo. Nel 1980 entra nella segreteria Fiom di Milano. Sei anni dopo, in quella regionale della Lombardia. Nel 1993 assume un nuovo incarico, entrando nella segreteria nazionale della Fiom come responsabile prima del settore auto e in seguito della siderurgia. Nel 1997 viene eletta segretaria generale della Flai Lombardia e nel 2001 diventa segretario generale della Cgil Lombardia. Accanto all’attività sindacale, è forte l’impegno sulle questioni femminili: insieme a un gruppo di donne, nel 2005 fonda il movimento “Usciamo dal silenzio”. Il passaggio nella segreteria confederale di corso d’Italiaavviene nel giugno 2008. Camusso vi entra con la delega ai settori produttivi. Due anni più tardi, in occasione del 16° congresso nazionale (maggio 2010), diventa vice segretario generale della Cgil e il 3 novembre viene eletta, prima donna nella storia della Cgil, segretario generale. Durante questi anni alla guida della confederazione – anni fra i più difficili della storia del Paese, attraversato da una grave crisi economica, politica e sociale – con la sua direzione contribuisce alla ripresa del percorso unitario con Cisl e Uil, alla sottoscrizione di importanti accordi sui temi della democrazia e della rappresentanza, all’aumento degli iscritti (sia attivi che pensionati), a un processo di rinnovamento dei quadri. Nel 2014 il 17° congresso della Cgil la riconferma segretario generale.

Luciano Canfora – Storico del mondo antico e filologo, è profondo conoscitore della cultura classica, che studia con un approccio multidisciplinare. Dal 1975 è professore di Filologia greca e latina presso l’Università di Bari. Ha insegnato anche Papirologia, Letteratura latina, Storia greca e romana. È membro dell’Institute for the classical tradition di Boston e della Fondazione Istituto Gramsci di Roma. Dirige la rivista Quaderni di storia e la collana La città antica.

Innocenzo Cipolletta – Economista e dirigente d’azienda. Tra i vari incarichi, è stato presidente delle Ferrovie dello Stato (2006-2010). Già direttore generale di Confindustria (1990-2000), poi presidente alla Marzotto e successivamente al Sole-24 Ore, ha inoltre ricoperto ruoli di funzionario all’Ocse e all’Isco. In qualità di docente universitario, ha svolto attività d’insegnamento alla Sapienza di Roma e alla Luiss presso la facoltà di Scienze statistiche. È attualmente consigliere di amministrazione della Fondazione Censis, della Fondazione Musica per Roma e della Fondazione Lars Magnus Ericsson e presidente dell’Università di Trento.

Vincenzo Colla – Segretario confederale della Cgil. Ha iniziato la propria esperienza sindacale nel 1980 come delegato di un’azienda metalmeccanica ed è entrato nella segreteria provinciale della Fiom di Piacenza nel 1985. Due anni dopo è stato eletto segretario generale della stessa categoria provinciale e nel 1996 è diventato segretario generale della Cgil piacentina. Nel 2002 è passato nella segreteria della Cgil Emilia Romagna, in cui ha diretto il dipartimento organizzazione per otto anni. Nel 2010 è diventato segretario generale della Cgil regionale. Nel 2016 è stato eletto nella segreteria nazionale della Cgil.

Carlo Cottarelli – Economista, è direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici italiani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Laureato in Scienze economiche all’Università di Siena, dopo il master in Economia alla London School of Economics lavora nel servizio studi di Banca d’Italia, dell’Eni e dall’88 per il Fondo monetario internazionale, fino a diventarne direttore esecutivo. Nel 2013 è nominato dal governo Letta commissario straordinario per la spending review. Il 28 maggio 2018 il presidente della Repubblica Sergio Mattarella gli conferisce l’incarico di presidente del Consiglio dei ministri; incarico a cui Cottarelli rinuncia il 31 maggio successivo.

D

Marco Damilano – Giornalista, direttore dell’Espresso. Dopo una laurea in Storia Contemporanea e un dottorato in Storia dell’Italia Contemporanea, inizia la sua carriera lavorativa nel 1995 collaborando per i magazine del Corriere della Sera Diario e Sette. Nel 2001 entra a far parte della redazione dell’Espresso fino a diventare nel 2015 vicedirettore e nel 2017 direttore. Autore di libri di successo, è stato ospite fisso della trasmissione Gazebo su Raitre. Lo è tuttora a Propaganda Live, in onda su La7. È anche opinionista dei programmi politici sempre su La7.

Giuseppe De Giorgi – Ammiraglio. Nominato Guardiamarina al termine dell’Accademia navale nel 1975, ha frequentato le scuole di volo della Marina statunitense. Dal 2000 al 2005 è stato comandante delle Forze aeree della Marina. Comandante delle forze d’altura (2005-2007) e della Forza marittima di reazione rapida della Nato (2006-2007), nel 2006 ha guidato l’operazione “Leonte” per l’immissione in Libano del contingente nazionale nella missione “Unifil” e, successivamente, la Interim maritime task force sotto egida Onu. Dal 2007 al 2008 ha ricoperto l’incarico di Capo di stato maggiore del comando operativo di vertice Interforze. Capo di stato maggiore della Marina militare dal 2013 al 2016. Ideatore e responsabile, tra le altre, delle operazioni Mare Nostrum e Mare Sicuro.

Emilio Del Bono – Sindaco di Brescia, rieletto nel 2018 dopo un precendente mandato nel 2008-2013. Laureato in Giurisprudenza, è stato responsabile del servizio legale della Confcooperative di Brescia e poi parlamentare della Repubblica nella lista dell’Ulivo. Nel ’91 entra in politica, ricoprendo la carica di consigliere comunale tra le file della Democrazia Cristiana, poi nel ’94 diventa primo segretario provinciale del Partito Popolare Italiano. Dal ’96 al 2008 è deputato; alla Camera si è occupato soprattutto di lavoro, sicurezza sul lavoro, welfare e pensioni. Nel 2008 ha deciso di non ricandidarsi in Parlamento per dedicarsi alla sua famiglia, al suo lavoro e alla sua città.

Gianni Del Vecchio – Giornalista economico e d’inchiesta, scrittore. È condirettore di Huffington Post Italia. Dopo la laurea in Economia alla Federico II di Napoli, ottiene un master in giornalismo economico. Collabora poi con Denaro (quotidiano economico del Sud Italia) e successivamente Manifesto ed Europa. Ha esperienze nel giornalismo televisivo come redattore e autore di “In ½ h” e “Potere”. Autore, con Stefano Pitrelli, del libro inchiesta “Occulto Italia” edito da Bur.

Domenico De Masi – Sociologo, ha insegnato ininterrottamente dal 1961. È professore emerito di Sociologia del lavoro all’Università La Sapienza di Roma, dove è stato anche preside della facoltà di Scienze della comunicazione. Ha contribuito a diffondere il paradigma post-industriale, basato sull’idea che a partire dal 1950 l’azione congiunta di progresso tecnologico, sviluppo organizzativo, globalizzazione, mass media e scolarizzazione di massa ha prodotto un nuovo tipo di società.

Rossana Dettori – Segretaria confederale della Cgil. Infermiera professionale, incomincia il suo lavoro sindacale al Policlinico Umberto I di Roma come delegata. Nel 1994 viene eletta segretaria della Funzione pubblica Cgil di Roma Nord e nel 1999 entra a far parte dell’apparato nazionale Fp nel comparto sanità.Nel 2003 diventa segretaria nazionale della categoria e le viene affidata la direzione dei comparti sanità e socio sanitario, incarico a cui nel 2009 si aggiunge quello di responsabile del comparto degli enti Locali. Nel 2010, durante il IX Congresso della Fp Cgil, il nuovo comitato direttivo la elegge segretaria generale della categoria, ruolo che ricopre fino all’estate 2016. Nello stesso anno è eletta nella segreteria nazionale della Cgil.

Donatella Di Cesare – Filosofa, ha studiato alla Sapienza di Roma e all’università di Tubingen. È stata l’ultima allieva di Hans-Georg Gadamer. Dal 2001 è professore ordinario al dipartimento di Filosofia della Sapienza, dove ha insegnato prima Filosofia del linguaggio e poi Filosofia teoretica. Autrice di vari saggi e articoli, studia il tema del linguaggio e quello del comprendere, concentrando il suo interesse sulla filosofia ebraica e sulla condizione umana dell’esilio.

Pierfrancesco Diliberto (Pif) – Conduttore televisivo e radiofonico, regista e attore. Dopo aver lavorato come assistente di Franco Zeffirelli e Marco Tullio Giordana, diventa noto al pubblico con il programma tv “Le Iene”, dove fa l’autore e l’inviato, prendendo il soprannome di Pif. Nel 2013 debutta nella regia cinematografica con “La mafia uccide solo d’estate”. Nel 2017 partecipa alla diretta Rai su Falcone e Borsellino in occasione del 25° anniversario delle stragi in cui persero la vita i due magistrati.

Luigi Di Maio – Dal 2017 è alla guida del Movimento 5 Stelle. Ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico in carica dal 1° giugno scorso, nonché vicepresidente del Consiglio dei ministri, e nella passata legislatura (2013-2018) vicepresidente della Camera.

Marco Durazzo – Giornalista, lavora alla Rai dal 1992. Attualmente fa parte della redazione economico-sindacale del Tg3.

E

Michele Emiliano – Laureato in Giurisprudenza, per anni impegnato come magistrato nella lotta alla mafia. Nato a Bari, si trasferisce ad Agrigento, dove lavora in Procura e incontra Giovanni Falcone e Rosario Livatino. Dal 1990 al 1995 è attivo presso la Procura di Brindisi, dove continua a occuparsi di lotta alla criminalità organizzata. Nel 1995 ritorna a Bari, come sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia (Dda). Nel 2003 accetta di candidarsi a sindaco di Bari per la coalizione di centro-sinistra, carica che conserva fino al 2014. Dal 2015 è presidente della Regione Puglia.

Vasco Errani – Politico, è attualmente senatore eletto nelle liste di Liberi e Uguali. Presidente della giunta regionale dell’Emilia Romagna dal ’99 al 2014, l’incarico gli fu confermato anche nelle successive elezioni regionali del 2005. Sempre nel 2005 Errani è stato nominato presidente della Conferenza dei presidenti delle Regioni, dopo esserne stato vicepresidente dal 2000. Per un anno (2016-2017) è stato commissario straordinario di governo alla ricostruzione delle aree colpite dal terremoto del Centro Italia.

F

Gianna Fracassi – Segretaria confederale della Cgil. Dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza, inizia a lavorare nella scuola: il suo percorso sindacale inizia proprio nella Cgil scuola di Arezzo, che guida a partire dagli anni 2000. Nel 2006 entra nella segreteria confederale della Cgil della stessa città. Poco dopo, nel 2007, passa alla guida della segreteria regionale della Flc Toscana,per poi trasferirsi nel 2009 a Roma ed entrare nella segreteria nazionale della Flc. Nel giugno 2014 viene eletta segretaria confederale della Cgil nazionale, per occuparsi di politiche economiche; politiche del clima e dell’ambiente; politiche del Mezzogiorno e fondi strutturali; politiche fiscali; Piano del lavoro e contrattazione territoriale per lo sviluppo; politiche per la ricostruzione (terremoto); politiche dello sviluppo urbano e della casa.

Valentina Fragassi – Da quasi vent’anni nel sindacato, è la prima donna eletta segretaria generale della Cgil Lecce, dopo essere stata per otto anni alla guida della Filcams provinciale. È anche tra i più giovani quadri dirigenti del sindacato a livello nazionale. Tra le priorità del suo mandato, indica il lavoro giovanile e lo sviluppo del territorio in termini industriali, supportato da innovazione tecnologica, ricerca ed ecocompatibilità ambientale.

Altero Frigerio – Direttore di RadioArticolo1. Giornalista professionista, ha lavorato sempre nel campo della comunicazione e dell’informazione istituzionale, politica e sociale. Nel corso della sua lunga attività professionale, ha alternato esperienze nel mondo della radiofonia (da Radio Città Futura a Italia Radio) con quelle nella carta stampata, sia in testate quotidiane sia settimanali, come Il Salvagente che ha diretto per molti anni.

G

Antonio Maria Gabellone – Farmacista, ha iniziato la carriera politica giovanissimo tra le fila della Democrazia cristiana. Passato poi negli anni novanta a Forza Italia, è stato dapprima sindaco di Tuglie, poi assessore comunale al Bilancio e alle Politiche comunitarie della Provincia di Lecce, di cui è diventato presidente nel 2009.

Franco Gabrielli – Capo della Polizia e direttore generale della Pubblica sicurezza dal 2016. Già direttore del Sisde, dell’Aisi, capo del dipartimento della Protezione civile e prefetto di Roma e dell’Aquila. Laureato in Giurisprudenza, entra in Polizia dove diventa funzionario e in seguito lavora alla Digos di Imperia e di Firenze. Si distingue in numerose esperienze investigative: da quella del ’93 sulle stragi a Firenze e Milano di Cosa Nostra a quella del 2003 sulle nuove Brigate Rosse.

Massimo Gaggi – Giornalista, editorialista del Corriere della Sera negli Stati Uniti dove segue le vicende politiche ed economiche e le trasformazioni sociali, soprattutto quelle legate alla rivoluzione tecnologica. Al Corriere da oltre 30 anni (dopo aver lavorato per il Sole 24 Ore e la Voce Repubblicana), Gaggi ne è stato vicedirettore e capo della redazione romana. “Homo Premium”, un’indagine sull’impatto dell’intelligenza artificiale sulla politica, la società e il mercato del lavoro, è il suo ultimo saggio, pubblicato da Laterza nel marzo 2018.

Carlo Galli – Accademico, filosofo politico, editorialista. Nel ’72 si laurea in Filosofia all’Università di Bologna e nel ’78 diviene, nello stesso ateneo, assistente ordinario di Storia delle dottrine politiche. Sempre all’Università di Bologna, dall’83 al ’99, è professore associato di Storia del pensiero politico contemporaneo e dal 2004 è professore ordinario presso il dipartimento di Storia, culture e civiltà. Studioso del pensiero politico, ha ideato e dirige numerose collane scientifiche presso editori quali Il Mulino e Laterza. Alle elezioni politiche del 2013 è stato eletto deputato(Pd, Sel, Articolo 1-Mdp).

Marco Gay – Presidente di Anitec-Assinform. Inizia la carriera nell’azienda di famiglia nel settore metalmeccanico. Nel 2000 fonda WebWorking, società di business strategy e web marketing, poi Ottovolante, azienda specializzata in digital project, fino alle recenti Gsw WorldWide Italy e la start up Ad2014. Nel 2008 assume la carica di vicepresidente dei giovani imprenditori di Confindustria Piemonte, diventandone nel 2011 presidente. Sempre nel 2011 viene nominato vicepresidente di Confindustria Piemonte. Dal 2014 al 2017 è stato presidente dei giovani imprenditori di Confindustria e vice presidente di Confindustria. Da maggio 2016 è consigliere di amministrazione dell’Università Luiss Guido Carli. Nel 2017 è stato nominato amministratore delegato di Digital Magics.

Giuseppe Gesmundo – Dal 2016 è segretario generale della Cgil Puglia, dove ha preso il posto di Gianni Forte. Impiegato civile del ministero della Difesa, ha cominciato a svolgere attività sindacale nel 1985 alla Funzione pubblica, di cui è divenuto in seguito segretario generale di Bari. Sempre nel capoluogo pugliese, ha ricoperto il ruolo (dal 2011 al 2016) di segretario generale della Camera del lavoro.

Gian Luigi Gessa – Psichiatra e farmacologo. Professore emerito presso l’Università di Cagliari, dove è stato professore ordinario di Farmacologia dal 1970 e di Neuropsicofarmacologia dal 1994. Presso l’ateneo e il Cnr di Cagliari ha diretto diversi gruppi di ricerca impegnati nel campo delle neuroscienze, della farmacologia, della depressione, dell’alcolismo e delle tossicodipendenze. Le sue scoperte hanno portato all’identificazione di nuovi farmaci per il trattamento dell’alcolismo e dell’obesità. Ha pubblicato più di 600 articoli su prestigiose riviste scientifiche internazionali e diversi libri scientifici. Tra i fondatori e primo presidente della Società italiana di psichiatria biologica (Sipb), della Società italiana di neuroscienze (Sin) e della Società italiana tossicodipendenze (Sitd). E’ socio onorario della Società italiana di alcologia (Sia) ed è stato presidente della Società italiana di farmacologia (Sif). Nel 2016 ha ricevuto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella la medaglia d’oro al merito della Sanità pubblica.

Roberto Ghiselli – Segretario confederale della Cgil. Laureato in Scienze politiche all’Università di Urbino, è entrato in Cgil all’età di 21 anni con l’incarico di responsabile del Patronato Inca di Macerata Feltria. Nell’organizzazione ha ricoperto vari ruoli: segretario della Fiom di Pesaro dal 1984 al 1989 e della Filcams regionale dall’anno successivo al 1996, quando entra a far parte della segreteria regionale della Cgil. Nel 2003 diventa segretario generale di Pesaro e Urbino, incarico ricoperto fino al 2011, quando viene eletto nella segreteria regionale. Nel 2012 assume la guida della Cgil Marche e quattro anni più tardi viene chiamato a far parte della segreteria nazionale della Cgil.

Nicola Gratteri – Procuratore della Repubblica di Catanzaro dal 2016, è uno dei più conosciuti magistrati della Dda, oltre che autore di numerosi saggi sulla criminalità organizzata è impegnato in prima linea contro la ’ndrangheta. Nel 2009 è nominato procuratore aggiunto della Repubblica presso il tribunale di Reggio Calabria e nel 2013 diviene componente della task force per l’elaborazione di proposte in tema di lotta alla criminalità organizzata.

Maria Cecilia Guerra – Economista e politica. Già sottosegretario del ministero del Lavoro nel governo Monti e viceministro del medesimo dicastero con delega per le Pari opportunità.

L

Maurizio Landini – Segretario confederale della Cgil. A quindici anni inizia a lavorare come apprendista saldatore in una cooperativa del settore metalmeccanico. Delegato sindacale della Fiom, nei primi anni ottanta diventa funzionario della federazione di categoria, di cui viene poi eletto segretario generale a Reggio Emilia. Successivamente assume la guida della Fiom regionale e di quella di Bologna. Il passaggio a Roma avviene nel 2005, quando entra a far parte della segreteria nazionale con deleghe al settore dei veicoli a due ruote e a quello degli elettrodomestici, per poi essere nominato anche responsabile dell’Ufficio sindacale. Nel 2010 diventa segretario generale della Fiom nazionale. Nel 2017, a conclusione della votazione dell’assemblea generale della Cgil, entra a far parte della segreteria nazionale.

Roberta Lisi – Giornalista dal 1995. Ha maturato nel corso degli anni numerose esperienze nel campo dell’informazione e della comunicazione sociale e politica. All’attività giornalistica ha alternato quella editoriale scrivendo e curando la pubblicazione di diversi libri e volumi. Per alcuni anni ha partecipato alla stesura e alla redazione dell’Agenda Otto Marzo (supplemento de l’Unità). È a RadioArticolo1 dal 2009.

M

Roberto Mania – Giornalista, si occupa di economia per il quotidiano La Repubblica. Ha lavorato come giornalista all’agenzia Ansa e al Riformista. Esperto di sindacato e relazioni industriali, ha scritto con Gaetano Sateriale “Relazioni pericolose. Sindacati e politica dopo la concertazione” (Mulino 2002) e con Marco Panara “Nomenklatura. Chi comanda davvero in Italia” (Laterza 2014).

Raoul Martinez – Filosofo, artista e filmmaker. Vive e lavora a Londra, dove le sue opere sono state selezionate ed esposte alla National Portrait Gallery. Dipinge professionalmente dall’età di 16 anni, ha ricevuto numerose committenze e ha esposto in molte gallerie. Nel suo primo libro, “Creare la libertà. Potere, controllo e la lotta per il nostro futuro” (Codice Edizioni), indaga sui meccanismi che governano la nostra vita e demolisce alcuni miti fondanti della nostra società. Il volume, scaturito da oltre un decennio di ricerche, fa parte di un progetto più ampio che include anche un documentario, il cui primo episodio, “The Lottery of Birth”, è stato incluso nella lista dei migliori documentari al London’s Raindance Film Festival 2012 e, lo stesso anno, ha vinto il premio Artivist Spirit all’Hollywood’s Artivist Festival.

Franco Martini – Segretario confederale della Cgil. Risale al 1975 l’entrata in Cgil. Dopo qualche anno si trova a ricoprire il ruolo di segretario generale della Camera del lavoro di Prato, fino al 1987, quando entra nella segreteria regionale della Cgil Toscana, di cui diventa segretario generale nel 1992. Nel 2000 arriva a Roma per guidare la Fillea. Nel 2008 viene eletto segretario generale della Filcams e nel 2014 entra in segreteria nazionale confederale, per occuparsi di politiche della contrattazione, riforma degli assetti contrattuali, politica degli appalti, democrazia e rappresentanza e consulta delle professioni.

Giuseppe Massafra – Segretario confederale della Cgil. Durante gli anni del liceo si è impegnato nell’associazionismo studentesco. Nel 2000 ha prestato servizio civile presso la Cgil di Martina Franca, dove si è dedicato in particolare all’attività vertenziale. Un’esperienza che, l’anno successivo e fino al 2003, lo ha portato ad assumere l’incarico di responsabile dell’Ufficio vertenze della Camera del lavoro dello stesso territorio. Dal 2003 al 2005 è stato responsabile provinciale di Nidil a Taranto. Nel 2005 è stato eletto segretario generale della Filtea e nel 2014 segretario generale della Cgil della stessa provincia. Nel 2016 è entrato a far parte della segreteria della Cgil nazionale.

Enrico Mentana – Giornalista, direttore del Tg di La7. Inizia la sua carriera in Rai nel 1980 e nel 1991 passa a Fininvest, dove insieme a un gruppo di colleghi fonda il Tg5 di cui sarà direttore fino al 2004. Autore di numerosi programmi televisivi, tra cui Matrix, ideato nel 2005, nel corso della sua carriera ottiene decine di premi e riconoscimenti dal mondo del giornalismo. Recentemente ha annunciato l’intenzione di dare vita a una nuova testata online.

N

Tommaso Nannicini – Economista e politico. Laureato in Scienze politiche all’Istituto Cesare Alfieri di Firenze, ha conseguito il master in Economia all’Università Bocconi di Milano. È professore ordinario di Economia politica all’Università Bocconi, dopo avere insegnato anche a Madrid. È stato consigliere economico e sottosegretario alla Presidenza del consiglio del governo Renzi. Alle elezioni politiche del 2018 è stato eletto al Senato con il Pd.

P

Ugo Patroni Griffi –  Laureato in Giurisprudenza, esperto di Diritto commerciale comparato, professore ordinario del dipartimento di Economia, Management e Diritto dell’impresa presso l’Università di Bari. Ha conseguito innumerevoli diplomi, titoli e master in Italia e all’estero. Nel 2017 è stato nominato presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico meridionale, di cui fanno parte i porti di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli.

Morena Piccinini – Dal 2010 è presidente dell’Inca, patronato della Cgil. Laureata in Diritto del lavoro, entra nel sindacato prima occupandosi di fisco e volontariato, poi delle vicende degli agricoltori di Modena. Inizialmente fa parte della Federbraccianti, poi nel ’98 passa all’Inca, quindi assume la guida della Camera del lavoro di Modena. Nel 2002 arriva a Roma, entrando a far parte della segreteria confederale della Cgil, dove per otto anni si occupa di pensioni e welfare.

Domenico Proietti – Segretario confederale Uil dal 2006. Si occupa di politiche fiscali, politiche previdenziali, fondi integrativi e coordinamento degli enti. In precedenza, aveva diretto la Uil poste. È autore del libro “Il profilo riformatore del sindacato”, dove affronta i maggiori temi del dibattito sindacale e politico, dalla riforma fiscale alla crescita della cultura della previdenza complementare, dal welfare al mercato del lavoro all’epoca della globalizzazione.

Q

Walter Quattrociocchi – Ricercatore all’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove insegna e dirige il laboratorio di Data Science and Complexity. Si occupa di caratterizzazione delle dinamiche sociali, dalle opinioni alla diffusione delle informazioni, con particolare riguardo alle narrazioni in rete (teorie del complotto e informazioni false) e contagio sociale. Nel 2017 ha coordinato il tavolo di esperti sulle fake news per la Camera dei Deputati.

R

Marco Revelli – Storico, sociologo, politologo, accademico, giornalista. Titolare delle cattedre di Scienza della politica, Sistemi politici e amministrativi comparati e Teorie dell’amministrazione e Politiche pubbliche alla facoltà di Scienze politiche dell’Università del Piemonte orientale Amedeo Avogadro. Autore di saggi e articoli, si occupa dell’analisi dei processi produttivi – fordismo, postfordismo, globalizzazione –,della cultura di destra, delle forme politiche del Novecento.

Francesco Rivolta – Dal 2011 è direttore generale di Confcommercio. Prima quadro, poi dirigente alla Invernizzi di Melzo, nell’81 è nominato direttore generale della Regione Lombardia. Quattro anni dopo diventa assessore agli Affari generali, personale e comitati di controllo (Coreco) e in seguito assessore alle Politiche economiche. Nel 1995 torna al settore privato, alla Standa, della quale nel 1999 diventa direttore generale. Nel 2008 è nominato dal consiglio confederale di Confcommercio presidente della commissione Lavoro. In tale ruolo si occuperà di impostare e formalizzare il ccnl del settore del 2008, esperienza che ripeterà anche nel 2011.

Giorgio Rizza – Giornalista di Sky Tg24, è specializzato nei temi dell’economia e del lavoro che tratta quotidianamente nei notiziari e negli spazi di approfondimento. È tra i responsabili del programma Tg24 Economia.

Attilio Romita – Giornalista, è caporedattore del Tgr Rai Puglia. Comincia la sua attività nelle radio e nelle tv di Bari, durante gli studi in giurisprudenza, per poi entrare nella redazione regionale della Rai. Per anni è stato il conduttore dell’edizione serale del Tg1.

S

Carlo Salvemini – Figlio dell’ex sindaco leccese Stefano Salvemini, si laurea nel 1991 in Economia e commercio presso l’Università degli studi di Bari Aldo Moro e nel 1992 riceve l’abilitazione all’esercizio della professione di dottore commercialista. Dal 2001 inizia la sua esperienza politica come segretario cittadino dei Ds a Lecce. Nel 2015 dà vita all’Associazione Lecce Città Pubblica, che ha come obiettivo la promozione dei diritti di cittadinanza. Nel giugno del 2017, dopo varie esperienze in Consiglio comunale, diventa il primo sindaco della città salentina, dopo più di un ventennio di amministrazione di centro-destra.

Carmen Santoro – Giornalista, vicedirettore del Tg3. Protagonista di importanti reportage dall’Italia e dal mondo su politica, globalizzazione e problemi sociali. È autrice del libro “Operai. Chi sono, cosa pensano, come vivono e come muoiono le tute blu dell’Italia del terzo millennio” per la casa editrice Nutrimenti.

Paolo Savona – Ministro per gli Affari europei in carica. Dopo la laurea cum laude in Economia e commercio, inizia la sua carriera al centro studi della Banca d’Italia, di cui diventa direttore. Si specializza in economia monetaria al Mit, dove collabora con Franco Modigliani. Dal ’76 insegna Politica economica all’università di Cagliari e entra in Confindustria in qualità di direttore generale con Guido Carli. Dal ’93 al ’94 è ministro dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato nel governo presieduto da Carlo Azeglio Ciampi.

Luigi Sbarra – Dal 2018 segretario generale aggiunto della Cisl nazionale. Inizia la propria esperienza sindacale a Locri, come operatore territoriale Fisba, l’ex federazione dei braccianti agricolidella Cisl. Nel 1984 perfeziona la propria formazione partecipando al corso lungo per dirigenti del Centro studi Cisl di Taranto. L’anno successivo viene eletto segretario generale della Fisba di Locri. Dal 1988 al 1993 guida la Cisl del comprensorio Locrideo, per poi diventare segretario generale della provincia di Reggio Calabria, dove rimane fino al 2000. In quell’anno arriva al vertice della Cisl Calabria, ruolo che ricopre fino al dicembre 2009, quando è chiamato a Roma per far parte della segreteria confederale nazionale. Nel 2016 è eletto segretario generale della Fai nazionale, l’attuale categoria dei lavoratori agricoli della Cisl.

Massimo Scaccabarozzi –  Presidente di Farmindustria, al suo quarto mandato consecutivo (2011-2020). Laureato in Farmacia, è anche presidente e amministratore delegato di Janssen Italia, e ha conseguito il prestigioso riconoscimento Ceo 2016 per la Pharmaceutical Innovation, grazie agli investimenti su produzioni innovative di farmaci per le malattie cardiovascolari, oncoematologia, epatite C, Hiv, sistema nervoso e immunologia.

Tania Scacchetti – Segretaria confederale della Cgil. Inizia la sua attività sindacale nella Filcams, in qualità di delegata della Cir (ristorazione). Nel 2000 entra in distacco nella stessa categoria di Modena e due anni dopo passa alla Cgil locale, dove assume la responsabilità dell’area welfare. Nel 2012 è eletta segretaria della Cgil modenese e nel 2016 è chiamata a Roma a far parte della segreteria confederale nazionale.

Bruno Scuotto – Presidente di Fondimpresa, il fondo interprofessionale per la formazione continua, gestito bilateralmente da Confindustria, Cgil, Cisl e Uil. Da oltre trent’anni è amministratore unico della Scuotto impianti elettrici e tecnologici di Napoli. Vanta una lunga esperienza confindustriale alle spalle. È stato presidente del Gruppo piccola industria Campania, con delega alla formazione, presidente del Gruppo piccola industria di Napoli e vicepresidente dell’Unione industriali di Napoli. È membro del consiglio di presidenza della piccola industria Confindustria, con delega all’alternanza scuola-lavoro.

T

Marta Tartarini – Giornalista, redattrice del notiziario politico-parlamentare dell’agenzia Dire. Dopo la maturità classica, si laurea in filosofia all’Università degli studi di Pavia. Da anni segue l’attività parlamentare e governativa, gli enti locali, la politica e in modo particolare il sindacato.

Pasquale Tridico – Economista e professore di Economia del lavoro e Politica economica all’Università Roma Tre, dove dirige il master in Mercato del lavoro, Relazioni industriali e Sistemi di welfare, e il master in Human Development and Food Security. È anche segretario generale della European Association for Evolutionary Political Economy. Autore di numerosi articoli su disuguaglianze, mercato del lavoro e crisi finanziaria.

V

Antonella Vicini – Giornalista professionista freelance. Dal 2002 al 2013 si occupa di politica estera con particolare attenzione per le aree di crisi, il Medio Oriente e l’Iran. Ha scritto, tra gli altri, per Il Tempo, Il Riformista, Il Messaggero, L’Eco di Bergamo, Peace Reporter, East, Redattore Sociale, Reset. Coautrice con Walter Quattrociocchi del libro “Liberi di crederci. Informazione, internet e post verità” (Codice Edizioni).