Mario Sasso

Mario Sasso (Staffolo, Ancona, 1934) La sua formazione di pittore avviene negli anni in cui acceso è il dibattito tra «astrattisti» e «realisti». Al 1958 risale la sua prima collaborazione, come grafico, con la Rai. Due anni dopo firma la sua prima sigla televisiva per il programma Non è mai troppo tardi. La sua indole di sperimentatore lo porta a far procedere parallelamente la ricerca pittorica, quella della progettazione grafica e quella legata alle nuove tecnologie. A differenza del diffuso atteggiamento antitelevisivo che caratterizza la coeva videoarte, Sasso include nel suo lavoro anche questo mezzo di comunicazione. Dal 1980, per effetto delle prime elaborazioni al computer, la tridimensionalità entra nella sua ricerca videografica: è il caso delle sigle del Tg2 e Tg3 che realizza nel 1984 e nel 1986. Nel 1990 coordina il progetto grafico di RaiSat e recupera, anche se in chiave tecnologica, la sua passata ricerca pittoricamente incentrata sul tema della città. Dal 1995 in poi, Sasso si concentra sulle videoinstallazioni multimediali. Le opere che appartengono a questa stagione sono caratterizzate dal dialogo con la tradizione cinematografica e pittorica del Novecento e rimandano al rapporto tra arte, città e natura. Del 2000 sono Trittico, lavoro che esalta la vocazione della videoarte al confronto e all’interazione con le altre discipline artistiche, e La torre delle trilogie. Tra le principali mostre recenti si ricordano: Tutte le strade portano a Roma?, Roma, Palazzo delle Esposizioni, 1993; Cybernauti 2, Bologna, 1995; Il Tempo, la luce, la materia, Museo Cantonale d’Arte di Lugano, 1996; Sonambiente, Berlino 1996; Arte elettronica e linguaggi televisivi, Studi Rai di Roma, 1997; Lavori in corso 6, Galleria Comunale d’Arte Moderna di Roma, 1999; XIII Quadriennale d’Arte, Palazzo delle Esposizioni, Roma 1999; Esposizione Internazionale, Hannover 2000. Vive e opera a Roma.

Andrea Romoli

sasso Studio per pietre di città 1974 Pastello e grafite su carta intelata cm. 35×45 Foto: Giuseppe Schiavinotto