Gianetti Ruote: Cgil e Fiom, azienda risponda alla richiesta di Istituzioni e sindacati di aprire alla cassa integrazione speciale


Roma, 4 agosto – “Unitariamente le organizzazioni sindacali hanno chiesto il ritiro dei licenziamenti per consentire l’apertura di un reale confronto per la continuità occupazionale delle lavoratrici e dei lavoratori di Ceriano Laghetto (Monza- Brianza) e per consolidare il futuro occupazionale delle lavoratrici e dei lavoratori dello stabilimento di Carpenedolo (Brescia)”. Lo dichiarano in una nota congiunta Michele De Palma, segretario nazionale Fiom-Cgil e responsabile automotive e Silvia Spera, Area Politiche Industriali per la Cgil nazionale al termine del tavolo di confronto sulla Gianetti Ruote convocato dalla Vice Ministra Alessandra Todde a cui hanno partecipato il Ministero del Lavoro, le Istituzioni regionali e locali, il fondo tedesco Quantum Capital Partners e il management aziendale.

“Per avere un confronto libero – spiegano De Palma e Spera – è necessario eliminare dal tavolo la spada di Damocle dei licenziamenti che grava oggi sulle lavoratrici e sui lavoratori di entrambi gli stabilimenti. Anche in applicazione dell’avviso comune firmato dal Governo e dalle parti sociali tutte le Istituzioni presenti, nazionali, regionali e territoriali, unitamente a tutto il sindacato, hanno chiesto l’utilizzo delle 13 settimane di cassa integrazione speciale per rendere possibile la ricerca e la valutazione
su nuovi soggetti industriali anche con il sostegno del Governo attraverso il fondo di salvaguardia e
Invitalia”.

“La Fiom e la Cgil – fanno sapere i due sindacalisti – valutano positivamente il ruolo svolto dalle Istituzioni per la ricerca di una soluzione che tuteli l’occupazione, la capacità industriale e l’ambiente circostante lo stabilimento di Ceriano Laghetto. Il presidio delle lavoratrici e dei lavoratori continua per tutelare gli impianti e per sollecitare l’azienda a realizzare rapidamente gli interventi necessari per la messa in sicurezza degli stessi”.

“La Fiom e la Cgil – concludono De Palma e Spera – ringraziano le Istituzioni, i cittadini e i lavoratori del territorio che hanno sostenuto e continueranno a sostenere la vertenza delle lavoratrici e dei lavoratori di Gianetti Ruote”.

→ tutti gli approfondimenti su Collettiva.it