Fn a Prato: Cgil, Cisl, Uil, in piazza per difendere valori democratici del Paese


Roma, 20 marzo – “L’apologia del fascismo va condannata senza se e senza ma. Non assisteremo senza reagire ad una chiara operazione di sdoganamento del fascismo e del razzismo, saremo quindi in piazza a Prato sabato prossimo, insieme ai lavoratori e alle lavoratrici che credono nei valori democratici del Paese”. Lo dichiarano in una nota i segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil Giuseppe Massafra, Andrea Cuccello e Ivana Veronese in merito alla decisione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica di Prato di autorizzare per sabato 23 marzo la manifestazione di Forza Nuova nella città toscana.

Per i tre dirigenti sindacali “non esiste il fascismo ‘buono’, ma esiste una lettura della storia che parla di terrore e di leggi razziali; di soppressione della libertà nelle sue varie declinazioni; di negazione della dignità umana; di aggressione al mondo del lavoro e al Sindacato, alle realtà sociali e alle associazioni collegate ai bisogni ed ai diritti essenziali dei cittadini. Una stagione buia che ha soffocato i valori centrali della democrazia come la partecipazione, il diritto all’emancipazione e alla manifestazione di idee”. “Chi si ispira a questo – concludono Massafra, Cuccello, Veronese – è contro la nostra Costituzione ed è in netto contrasto con la nostra visione di società plurale, tollerante, solidale e democratica”.