Fisco: Landini a governo, meno tasse a lavoratori e pensionati e vera lotta ad evasione


“Bene confronto, ma è importante capire come proseguirà e quali saranno le decisioni che vorrà prendere il governo. Noi abbiamo una proposta complessiva di riforma fiscale che ha come obiettivo principale quello di ridurre le tasse ai lavoratori dipendenti e ai pensionati attraverso le detrazioni”. Così il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, all’incontro che si è tenuto oggi (25 luglio) tra sindacati e governo a palazzo Chigi sulla riforma fiscale.

“È poi fondamentale una seria lotta all’evasione fiscale, anche per recuperare risorse necessarie per far ripartire gli investimenti e creare occupazione. Per combattere l’evasione fiscale servono nuove assunzioni di professionalità specifiche all’agenzia delle entrate, incrociare i dati oggi disponibili e una drastica riduzione dell’utilizzo del contante”.

Quindi, conclude Landini “no a condoni, più o meno mascherati. Nel nostro Paese c’è un problema di concentrazione della ricchezza nelle mani di pochi. Il nostro obiettivo è quello di portare a casa risultati per la gente che rappresentiamo”.

Il confronto con il Governo proseguirà il 29 luglio sulle politiche per il Mezzogiorno e il 5 agosto su lavoro e politiche sociali, sempre a Palazzo Chigi.

  • Piattaforma unitaria su fisco ‘Tagliare le tasse a lavoratori e pensionati per lo sviluppo, l’occupazione e la crescita del Paese’, clicca qui

Incontro sindacati governo a Palazzo Chigi su riforma fiscale