FH – CGIL statement – Videoconferenza tra Landini e Sorgenfrey, della conferenza danese dei sindacati


Rome/ Copenhagen – 19 May 2020

FH – CGIL statement

English version below

Questa mattina si è tenuta una riunione in videoconferenza fra la vice presidente di FH (confederazione danese dei sindacati) Bente Sorgenfrey e il segretario generale della CGIL Maurizio Landini. I due dirigenti sindacali hanno condiviso informazioni relativamente all’impatto dell’epidemia del coronavirus nei due Paesi, al ruolo svolto dal sindacato nella protezione dei lavoratori e nel rilancio dell’economia.
I due dirigenti hanno anche discusso della necessità di una riposta coordinata a livello europeo nei confronti della crisi economica. in Europa occorrono solidarietà e soluzioni comuni. La rinascita dell’Unione europea deve fondarsi su un nuovo modello di sviluppo, basato sulla protezione dei sistemi di sanità pubblica (e sui servizi pubblici essenziali più in generale), sulla sostenibilità ambientale, che colga la sfida della rivoluzione digitale e colleghi investimenti pubblici a occupazione e qualità del lavoro.
Sorgenfrey e Landini hanno anche discusso del ruolo della contrattazione collettiva confrontandosi sui
diversi sistemi presenti nei due Paesi e convenuto sulla necessità del rafforzamento del ruolo della
contrattazione collettiva a livello nazionale e in Europa. I due leader hanno convenuto anche sulla necessità di affrontare il tema del reperimento delle risorse tramite una lotta decisa con i paradisi fiscali e l’evasione fiscale più in generale.
Hanno infine convenuto di rilanciare gli scambi fra le due organizzazioni e di approfondire le rispettive
posizioni sui temi attualmente in discussione a livello europeo per rafforzare la solidarietà e il rilancio del modello sociale europeo.

***********
A video conference was held this morning between the vice president of FH (Danish trade union
confederation) Bente Sorgenfrey and CGIL secretary general Maurizio Landini. The two union leaders shared information regarding the impact of the coronavirus epidemic in the two countries, on the role played by the trade unions in protecting workers and boosting the economy.
The two leaders also discussed the need for a coordinated European response to the economic crisis.
Common solutions and solidarity across Europe are needed. The European Union project must be restarted on the basis of a new development model, anchored on the protection of public health systems (and of essential public services more generally), on environmental sustainability which takes up the challenge of the digital revolution and connects public investments to employment and quality jobs. Sorgenfrey and Landini also discussed the role of collective bargaining by analysing the different systems in the two countries and agreed on the need to strengthen the role of collective bargaining at national level and in Europe. The two leaders also agreed on the need to address the issue of finding resources through the fight against tax havens and tax evasion more generally.
Finally, they agreed to step up exchanges between the two organizations and know better the positions of the two organisations on the issues currently under discussion at European level to strengthen solidarity and the relaunch of the European social model.