Energia: Cgil, bene riduzione costo, con mercato libero sarà ancora possibile beneficiarne?


Roma, 31 marzo – “Le famiglie italiane potranno risparmiare complessivamente 67 euro all’anno, grazie a bollette di luce e gas più leggere. Una buona notizia che conferma la centralità del ruolo dell’Autorità per l’energia”. Così Antonio Filippi, responsabile delle politiche energetiche Cgil Nazionale, commenta il ribasso del costo dell’energia elettrica e del gas deciso dall’Autorità che scatterà domani 1° aprile.

“Ora ci chiediamo – prosegue Antonio Filippi – con la soppressione del mercato di maggior tutela e dell’Acquirente Unico e con l’istituzione del mercato libero, previsto per gennaio 2018, sarà ancora possibile beneficiare quasi automaticamente degli scostamenti del prezzo delle materie prime? Oppure succederà – conclude – come per la fornitura dei carburanti per il trasporto, che appena si registra un lieve aumento del costo del greggio schizza il prezzo e quando invece scende il ribasso lo si vede in ritardo e con il contagocce?”