Eataly: Cgil, solidarietà a lavoratori sede Istanbul e a sindacato che li rappresenta


Roma, 6 aprile – “Esprimiamo solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori della sede di Eataly di Istanbul che risultano essere stati licenziati, alle loro famiglie e a Dev Turizm-Išal, il sindacato che li rappresenta”. È quanto dichiara il coordinatore Area Politiche europee e internazionali della Cgil nazionale Fausto Durante.

“La libertà di associazione, la libera iscrizione al sindacato e la contrattazione collettiva sono diritti che non possono essere messi in discussione in nessuna circostanza. Per questo – spiega Durante – non ci limitiamo solo a esprimere solidarietà, ma sosterremo quei lavoratori con ogni azione possibile affinché vengano reintegrati e vengano rispettati i diritti sindacali fondamentali”.

Il dirigente sindacale ricorda che “la Filcams Cgil, già nell’incontro del 28 marzo scorso, ha preso contatto e informato la direzione di Eataly delle nostre preoccupazioni, e apprezziamo la volontà di quest’ultima di approfondire quanto accaduto”. “Continueremo a chiedere con ogni mezzo – conclude il coordinatore Area Politiche europee e internazionali – rispetto e democrazia nei luoghi di lavoro, e faremo quanto possibile finché le nostre richieste non troveranno ascolto”.