Dl fisco: Cgil, misure per evasori, non per lavoratori e pensionati


Roma, 16 ottobre – “Tutti i nostri timori sono stati purtroppo confermati. Un enorme condono, mascherato da eufemismi lessicali, con il quale si ricercano consenso e risorse è stato licenziato ieri dal Consiglio dei Ministri. Tuttavia, il messaggio è chiaro: si premiano gli evasori”. Così la segretaria confederale della Cgil Gianna Fracassi commenta il decreto fiscale.

“Per la dirigente sindacale “ogni condono è un incentivo a proseguire nell’evasione, nonostante le minacce di future sanzioni draconiane. Sembra che l’esecutivo – prosegue – voglia applicare il principio di legalità solo agli ultimi, ai più poveri, ai migranti e agli sfrattati. In particolare, rileviamo che non è priorità di questo Governo abbassare le tasse a lavoratori e pensionati, e investire per favorire la crescita di occupazione e lo sviluppo del Paese”.