Disabilità: Cgil Agrigento, vergognose le parole di Musumeci


Le parole del Presidente della Regione Musumeci nel dibattito sulla finanziaria sui disabili gravissimi: “se non ci fossero i disabili gravissimi avremmo più soldi….”, risuonano nell’aula sorda del Parlamento siciliano ed evocano spettri di un passato non molto lontano.
Nessuno si sarebbe potuto immaginare che una figura di alto profilo istituzionale come quella del Presidente della regione, che ha giurato sulla Costituzione, potesse pronunciare nel Parlamento parole così gravi e offensive della dignità delle persone disabili, dei cittadini disabili. Il messaggio contenuto nelle parole del presidente Musumeci è chiaro ed inequivocabile: incolpare le persone disabili di esserci, essere vivi, di esistere, di rivendicare diritti; di essere in troppi e di consumare risorse che altrimenti potrebbero essere spesi per altre cose!?
Ci chiediamo se effettivamente l’on. Musumeci è il Presidente di tutti i siciliani e se pensa che in siciliani disabili siano cittadini di serie b. Si vergogni presidente Musumeci!!!!!
Chieda scusa ai cittadini disabili, alle loro famiglie e a tutti i siciliani e ritiri subito le brutte parole che ha detto, altrimenti penseremo che lei non è degno di esercitare la nobile funzione che il popolo siciliano, attraverso il voto, le ha assegnato.