Diritti: Cgil, clima peggiorato, a rischio quelli civili


Roma, 14 novembre – “Il clima politico, negli ultimi mesi, è ulteriormente peggiorato mettendo a rischio la garanzia dei diritti civili, conseguenza di un Governo che è forte con i deboli e debole con i forti. Ciò non può più essere tollerato”. È quanto si legge in una nota dell’ufficio Nuovi Diritti della Cgil Nazionale all’indomani della prima riunione del Tavolo sulle questioni LGBT, istituito dal Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio.

“Nel corso dell’incontro – riferisce la Confederazione – abbiamo evidenziato un inasprimento dei toni sulle questioni relative alle persone più fragili, non solo LGBT, ma anche immigrati e donne”.
Per la Confederazione “l’aumento di atteggiamenti intimidatori e miserevoli nei confronti dei migranti; la presentazione del disegno di Legge Pillon; l’annunciato ritorno a qualificazioni non inclusive e discriminatorie nei documenti d’identità; l’attacco durissimo ai sindaci per la questione delle trascrizioni della doppia genitorialitá same-sex, con particolare violenza nei confronti di figli e figlie di due padri, sono solo alcuni esempi di quanto accaduto senza che il Dipartimento delle Pari Opportunità si impegnasse ad invertire tale tendenza”.
“Valuteremo attentamente e severamente – conclude la Cgil – gli atti politici dei prossimi mesi”.