Compiti e funzioni del Comitato consultivo tripartito di Lussemburgo (CCSHS)


Il 27 giugno 1974 il Consiglio delle Comunità Europee ha istituito attraverso una sua decisione (pubblicata sulla GUCE n. L185 del 9 luglio 1974) il Comitato Consultivo per la Sicurezza, l’Igiene e la tutela della Salute sul luogo di lavoro (il cui acronimo in francese è CCSHS). Compito di questo Comitato è assistere la Commissione europea nella elaborazione di iniziative legislative e non nel campo della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Il CCSHS è presieduto da un membro della Commissione e di esso fanno parte12 persone per ciascuno dei 15 Stati membri – 6 titolari e 6 supplenti – ripartiti pariteticamente tra rappresentanti dei governi, dei sindacati, dei datori di lavoro. Per questo il Comitato è chiamato più semplicemente Comitato consultivo tripartito. Esso ha sede a Lussemburgo e si rinnova ogni tre anni. Il Comitato effettua due riunioni plenarie l’anno precedute ognuna da una riunione dei cosiddetti “gruppi di interesse”, vale a dire del gruppo “lavoratori”, del gruppo “imprenditori” e del gruppo “governativi. Ogni volta che il Comitato deve esprimere un parere rispetto alle proposte formulate dalla Commissione esso istituisce al proprio interno un “Gruppo ad hoc” in modo da affrontare in modo approfondito le tematiche sottoposte alla sua attenzione (proposte di direttive, proposte di linee guida, documenti di sensibilizzazione e di orientamento, etc.). I pareri predisposti dal gruppo ad hoc sono discussi poi nelle riunioni plenarie del CCSHS che li adotta a maggioranza assoluta dei voti validamente espressi (cioè quando sono presenti i due terzi dei membri). Il Comitato elabora annualmente una relazione sulle sue attività e la Commissione la invia al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale e al comitato consultivo della Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA). Tra i compiti del Comitato elencati nella Decisione del Consiglio istitutiva del Comitato stesso figura anche quello di: “-c) richiamare l’attenzione della Commissione su settori in cui l’acquisizione di nuove conoscenze e l’attuazione di adeguate azioni di formazione e di ricerca appaiono necessarie;-.” Attualmente i due membri titolari del CCSHS in rappresentanza dei sindacati italiani sono Luisa Benedettini per la Cgil e Gabriella Galli per la Uil, i due membri supplenti spettano alla Cisl (le cariche sono a rotazione).