Clima: Cgil, usare risorse disponibili per progetti sostenibili

“Con il movimento dei Fridays For Future, l'emergenza climatica non si è fermata”


 

Roma, 9 ottobre – “Anche oggi, come in tutti gli scioperi per il clima, siamo con il movimento dei Fridays for future, poiché l’emergenza climatica non si è fermata con il lockdown e l’impatto dei cambiamenti climatici, anche nel nostro Paese, è sempre più devastante”. Ad affermarlo in una nota la Cgil Nazionale.

“L’Europa – sottolinea la Confederazione – sta prendendo decisioni importanti per accelerare la transizione ecologica e digitale, come le linee guida per l’utilizzo delle risorse europee (quattro iniziative prioritarie su sette riguardano il clima) o la decisione del Parlamento europeo di innalzare al 60% la riduzione delle emissioni al 2030. Occorre che anche il nostro Paese mostri chiari segnali in questa direzione senza ambiguitá”.

“Tutte le risorse pubbliche disponibili, da quelle della legge di bilancio, ai fondi strutturali europei e alle risorse del Next Generation EU, devono essere utilizzate per trasformare il nostro modello di sviluppo. Servono – conclude la Cgil – investimenti in sanità, istruzione e formazione, lavoro sostenibile, riconversione ecologica e decarbonizzazione”.


VIDEO di Collettiva.it: Fridays For Future. Tutti in piazza per il clima; il videomessaggio di Luca Mercalli: il meteorologo e climatologo spiega come siamo arrivati fin qui e cosa dovremmo fare adesso per salvare il pianeta