StopOpg: chiude anche l’Opg di Reggio Emilia. Ora chiuderli tutti e costruire una vera alternativa alla logica manicomiale


“La buona notizia della chiusura di Reggio Emilia, annunciata dal Commissario per il superamento degli OPG Franco Corleone, segue la chiusura di Secondigliano. Ora vanno chiusi gli Opg di Barcellona Pozzo di Gotto, Aversa e Montelupo Fiorentino, dove restano meno di 80 persone internate”. Questa la posizione del Comitato nazionale stopOPG, un vasto cartello di associazioni di cui fanno parte Cgil e Fp Cgil, – “ma c’è anche da smascherare l’operazione fatta a Castiglione delle Stiviere – continua il Comitato  – dove l’Opg ha solo cambiato targa diventando una mega Rems con oltre duecento internati, come denuncia lo stesso Corleone”.
A Reggio Emilia è però venuta alla luce la situazione, drammatica e finora sottovalutata, dei detenuti con sopravvenuta malattia mentale, che finora erano trasferiti dal carcere per finire rinchiusi in Opg, e per i quali invece devono essere garantite cure adeguate, che come sappiamo spesso nel carcere, come in Opg e nelle “istituzioni totali”, non si è in grado di assicurare. Leggi tutto