Cgil, Cisl e Uil a Conte, serve cabina di regia su crisi industriali


Cgil, Cisl e Uil, al termine delle segreterie unitarie di questa mattina, 17 febbraio,  hanno inviato una lettera al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in cui, sostenendo la necessità di istituire una cabina di regia per la gestione delle crisi industriali e di settore, chiedono un incontro a Palazzo Chigi.

“Signor Presidente – scrivono Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo – la preoccupazione per i numerosi tavoli di crisi aziendali e settoriali aperti da tanto tempo, per i segnali di rallentamento dell’economia di guerre commerciali in Europa e nel mondo, ci porta a chiederLe di fissare in tempi rapidi un incontro”.

“La difesa dei livelli occupazionali, il rilancio degli investimenti nelle infrastrutture sociali e materiali, una nuova politica industriale fondata sulla qualità del lavoro, dei salari, della ricerca e dell’istruzione – prosegue la missiva – richiedono, a nostro parere, una visione d’insieme e un reale coordinamento dei soggetti coinvolti a partire dalla costituzione di una cabina di regia tra i vari Ministeri alle prese con queste problematiche”.

“Ci muove la volontà di ricercare soluzioni che nel difendere e creare posti di lavoro siano capaci di ricostruire quel clima di fiducia indispensabile per far crescere il nostro Paese, attraverso necessarie riforme e aperture di cantieri”, concludono Landini, Furlan e Barbagallo.