Cgil, basta disumanità e propaganda su pelle migranti


Roma, 19 marzo – “Basta con la disumanità. Chiediamo che venga dato subito un ‘porto sicuro’ alla nave Mare Ionio che ieri prontamente ha soccorso 49 migranti dal mare e dalle atrocità libiche. Profughi bloccati a largo di Lampedusa che attendono di essere accolti da un Paese che dovrebbe essere civile, giusto, democratico, solidale e inclusivo”. È quanto dichiara il segretario confederale della Cgil Giuseppe Massafra.

“Basta fare propaganda politica sulla pelle dei migranti, è insopportabile – prosegue – che siano oggetto di strumentalizzazioni o di speculazioni. Continueremo a sostenere tutte le Ong che come la ‘Mediterranea Saving Humans’ cercano di garantire il principio universale dell’assistenza a ogni uomo e donna la cui vita è a rischio. Sarebbe troppo grave e imperdonabile – conclude Massafra – replicare un nuovo caso Diciotti”.