Cgil: 28 settembre in piazza per Giornata mondiale diritto all’aborto sicuro e legale


Giovedì 28 settembre, in occasione della Giornata mondiale per il diritto all’aborto sicuro e legale, fa sapere il sindacato di corso d’Italia, si terranno presidi, flash mob, assemblee e volantinaggi nelle città e nei luoghi di lavoro “per rivendicare, ancora una volta, il diritto alla libertà di scelta e all’autoderminazione delle donne, il diritto a vedere applicata una legge dello Stato, di fatto svuotata dalla troppa obiezione di coscienza”.

Quest’ultima per la Cgil ha raggiunto “dimensioni preoccupanti”, come certifica anche l’ultima relazione in merito del ministero della Salute, che quantifica l’obiezione di coscienza tra i ginecologi al 70,7%, con punte del 90 in alcune regioni”. “La gravità del fenomeno – sostiene la Confederazione – è stata dimostrata dall’accoglimento, e dalla successiva condanna del nostro Paese, di due ricorsi, uno dei quali presentato dalla Cgil al Consiglio d’Europa per violazione del diritto alla salute delle donne”.

L’elenco delle iniziative in corso di aggiornamento:

ABRUZZO

Pescara

EMILIA ROMAGNA

LIGURIA

Genova – corteo con partenza da Via Cairoli alle ore 17.30. Appuntamento per giovedì 28 settembre davanti al Centro Per Non Subire Violenza – da UDI di Via Cairoli, per una passeggiata collettiva che attraverserà il centro storico per arrivare a Piazza De Ferrari.

LOMBARDIA

Milano – Flash mob alle ore 10 davanti al consultorio familiare milanese di Piazzale Accursio n. 7

PUGLIA

Foggia – ore 17.30 dibattito presso la Sala di Parco Città
Brindisi – ore 17.30 sit-in davanti all’Ospedale Perrino

SICILIA

Catania – ore 18 Piazza Stesicoro (lato anfiteatro)

TOSCANA

Firenze – ore 15.30, presidio-flash mob in piazza Duomo (lato via del Proconsolo)

VENETO

Venezia – presidio ore 11.30 davanti al Palazzo Grandi Stazioni