FOTO

La Cgil prosegue la sua battaglia affinché vengano riscritti nuovi diritti per tutte le lavoratrici e i lavoratori ed estesi a chi oggi non ne ha. Per questo, con una lettera del Segretario Generale Susanna Camusso inviata ai presidenti di Camera e Senato e di tutti i gruppi parlamentari, ha chiesto un incontro per illustrare la ‘Carta dei diritti universali del lavoro’, la proposta di legge di iniziativa popolare, che ha raccolto 1,2 milioni di firme.

Il 16 maggio, una delegazione della Cgil guidata da Camusso e composta dai segretari confederali Maurizio Landini e Tania Scacchetti, è stata ricevuta dal Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

“Abbiamo colto l’occasione per esprimere la preoccupazione per l’emergenza sul tema della sicurezza sul lavoro e sul moltiplicarsi di morti e di infortuni gravissimi, chiedendo che il Senato sia il luogo in cui affrontare questa discussione anche attraverso un dibattito parlamentare, e abbiamo trovato una grande attenzione da parte della Presidente”. Queste le parole del segretario generale della Cgil a margine dell’incontro odierno. La Presidente del Senato, aggiunge Camusso “si impegna a sottoporre questa richiesta alla riunione dei capigruppo. Contiamo sul fatto che ci sia la necessaria sensibilità – sottolinea – perché il Parlamento diventi il luogo di sensibilizzazione e di riattivazione della prevenzione che è la grande assente di questa stagione”.

La Cgil ha poi chiesto che nella legislatura venga posta attenzione sulla ‘Carta dei diritti universali del lavoro’, affinché “la discussione avvenga anche in Senato, anche in ragione di un regolamento che prevede una corsia preferenziale per le leggi di iniziativa popolare”, ha concluso Camusso.

Nella scorsa legislatura la Carta dei diritti è stata incardinata presso la commissione Lavoro della Camera dei deputati. Con l’avvio della XVIII Legislatura la Cgil auspica una proficua interlocuzione, considerata l’importanza dei temi, fondamentali per il futuro del nostro Paese.

Si sono già tenuti gli incontri con il Gruppo Parlamentare Movimento 5 Stelle al Senato, il gruppo Pd al Senato, e il gruppo Leu di Camera e Senato (foto)

Per ulteriori informazioni visita cartacgil.it