Caporalato: soddisfazione Cgil per arresti Trani, primo passo per verità e giustizia per Paola


Roma, 23 febbraio – “Da sempre ci battiamo contro lo sfruttamento e il caporalato e da tempo chiediamo verità e giustizia per la morte di Paola. Per questo oggi salutiamo con soddisfazione la notizia dell’arresto di sei persone coinvolte in questa vicenda”. Così la Cgil nazionale commenta gli arresti di questa notte legati alla morte della bracciante agricola Paola Clemente, avvenuta nelle campagne di Andria il 13 luglio 2015.

“Paola, come ha denunciato la nostra categoria dell’agroindustria appena appresa la tragedia, è morta di fatica nei campi, dove lavorava in condizioni non dignitose per pochi euro al giorno. Siamo fiduciosi nella giustizia e nelle inchieste in corso – continua la nota –  e ci auguriamo che emergano tutte le responsabilità. Anche in questa occasione torniamo a chiedere la piena applicazione della legge contro il caporalato, a cui si è arrivati grazie alle denunce e alle battaglie della Cgil”.